Levriero polacco: carattere, educazione, salute, prezzo | Pet Yolo

chart polski 102607 650 400

Il levriero polacco è facilmente riconoscibile grazie alla sua struttura possente, così come al suo sguardo vigile e penetrante. Scopri tutto quello che c’è da sapere su questo cane, sempre padrone di sé, tagliato per la caccia.

Il levriero polacco in breve

  • Altri nomi: Chart Polski
  • Aspettativa di vita: da 12 a 14 anni
  • Peso: da 40 a 50 kg
  • Taglia: da 68 a 75 centimetri per le femmine, da 70 a 80 centimetri per i maschi
  • Sagoma: slanciata
  • Capelli: corti
  • Mantello: sono ammessi tutti i colori
  • Carattere: sicuro di sé, coraggioso, riservato
  • Origine: Polonia
  • Tipo: graioide
  • Gruppo: 10 (Levrieri), sezione 3 (Levrieri a pelo corto, senza prova di lavoro)

Storia della razza levriero polacca

Probabile discendente di levrieri asiatici come il Saluki, la presenza del Chart Polski è attestata in Polonia fin dal XIII secolo. Un autore russo, Sabaniejew, lo realizzò nel 19° secolo come risultato di un incrocio tra un Greyhound e un Borzoi, una teoria che fu confutata dal fatto che il Borzois apparve nel 16° secolo, durante il regno del primo Zar di Russia , Ivan il Terribile.

Il levriero polacco è stato a lungo citato frequentemente nella letteratura venatoria o raffigurato nella relativa documentazione iconografica. Il confronto di questi diversi supporti ne evidenzia le singolari caratteristiche, rimaste immutate fino alla fine dell’800, grazie ad un impegnativo lavoro di selezione svolto dagli allevatori.

La razza è stata riconosciuta provvisoriamente dalla FCI nel 1989, poi definitivamente nel 2001, il che la colloca da questo punto di vista tra le ultime della sua categoria.

Caratteristiche fisiche della razza levriero polacca

Questo grosso cane ha una silhouette più forte, ma anche meno fine di altri levrieri a pelo corto. È così vicino ai suoi antenati asiatici con le sue ossa forti, la sua muscolatura ben disegnata e la struttura concisa del suo corpo, che non deve mai apparire pesante o linfatico. Gli arti sono lunghi, asciutti e ben muscolosi, quando il garrese è piccolo e ben marcato, i lombi larghi, la groppa obliqua e il petto ben disceso, con costole lunghe. La sua coda, lunga e forte alla base, ha frange, oltre che una forma ricurva a falce, o addirittura un anello completo all’estremità. Il suo pelo è caratterizzato dal suo aspetto elastico al tatto, né piuttosto duro, né “filo”, né troppo setoso. Sono ammessi anche tutti i colori del mantello, con il bordo delle palpebre e del tartufo in armonia con l’insieme. Il possente collo del levriero polacco sostiene una testa portata abbastanza alta, asciutta e piuttosto lunga. Lo stop è molto poco marcato. Di taglia media, le sue orecchie sono piuttosto strette e poste all’altezza degli occhi. Questi ultimi sono disposti leggermente ad angolo; a seconda del mantello del cane, il loro colore varia dall’ambra al marrone scuro, anche se sono desiderabili tonalità scure. Infine, l’espressione vigile e penetrante del Chart Polski rimane molto tipica della razza.

Tratti del levriero polacco

Tanto calmo quanto discreto, il levriero polacco rimane comunque capace di reagire molto rapidamente quando viene stimolato, pur mostrando grande determinazione. Presenta così un carattere al tempo stesso sicuro di sé e riservato, senza però essere eccessivamente timido. Equilibrato e versatile, mostra tutta la sua velocità, abilità e resistenza quando viene utilizzato come cane da caccia (nei paesi dove questa pratica è autorizzata); il suo gioco preferito include lepri, volpi, caprioli o lupi. In alternativa, il Chart Polski può essere utilizzato come poliziotto o cane da caccia. Incarna anche un buon cane da compagnia, che adora i suoi padroni, anche se rimane poco espansivo e dà un’impressione di grande indipendenza. Ha dimostrato di essere molto sospettoso nei confronti delle persone che non conosce, una caratteristica che lo rende un buon tutore. Infine, il levriero polacco rimane sempre sicuro e in controllo.

Condizioni di vita ideali per il levriero polacco

Questo grosso cane non è fatto per vivere in un appartamento, in cui si sentirebbe presto angusto. Al contrario fiorirà a pieno in una casa con giardino, preferibilmente situata in campagna o in uno spazio ampio in cui possa andare a correre tutti i giorni. Questa razza richiede quindi una grande disponibilità da parte del suo padrone, che deve offrirgli attività quotidiane sufficienti per esprimere la sua velocità e resistenza: corsa, all’aperto, o per eventi su cinodromi o corse. Se l’adozione avviene in un paese in cui è vietata la caccia con un levriero polacco, si consiglia di iscrivere quest’ultimo a un club PVL (Lure Sight Pursuit) in modo che possa esercitarsi adeguatamente e soddisfare i propri istinti. Devi invece sapere che il Chart Polski va d’accordo con altri cani o gatti, previa una fase di socializzazione ben condotta. Se rimane molto tranquillo in casa, il suo ottimo fiuto lo spinge a seguire le piste e ad allontanarsi da casa nel caso in cui il suo ambiente non sia sufficientemente sicuro. La sua adozione può essere presa in considerazione da un maestro dei novizi o da una persona anziana per il suo carattere tranquillo, alla sola condizione che siano in grado di soddisfare i suoi bisogni fisici.

Educazione del levriero polacco

Questa razza molto sensibile non supporta alcuna forma di brutalità. Tuttavia, deve essere adeguatamente educato fin dalla tenera età, soprattutto in termini di richiamo e socializzazione. Spetta quindi al proprietario del Levriero Polacco trovare il giusto equilibrio tra fermezza e morbidezza; i metodi di rinforzo positivo generalmente funzionano bene, anche se questo cane non ama particolarmente le leccornie. I giochi, in particolare quelli basati sull’inseguimento e la ricerca, così come le coccole e le chiacchiere dolci, avranno maggiori possibilità di successo.

Continua a leggere:  Portare a spasso il cane e il bambino | Pet Yolo

Toelettatura e mantenimento del levriero polacco

Se la manutenzione del Chart Polski rimane piuttosto semplice, va comunque effettuata regolarmente. Oltre ad avere un pelo corto, questa razza perde poco pelo: una spazzolatura settimanale sarà più che sufficiente per prendersi cura del suo mantello. Qualche bagno durante l’anno, soprattutto se il cane è particolarmente sporco, può rivelarsi necessario; che non è il caso della toelettatura. Infine, come per le altre razze, è importante ispezionare e pulire a fondo occhi, orecchie e denti del levriero polacco, al fine di limitare ogni rischio di infezione. Anche i suoi artigli e le unghie devono essere mantenuti.

Principali problemi di salute del levriero polacco

Robusta per natura, questa razza gode di una buona longevità. Tollera piuttosto bene il maltempo grazie alle sue origini, anche se non è consigliabile farla dormire all’aperto; soffre invece maggiormente il caldo, e non deve svolgere attività fisiche troppo intense quando le temperature si alzano. Il levriero polacco non è predisposto a nessuna particolare malattia genetica, ad eccezione della displasia dell’anca o del gomito, inerente alla sua taglia. Sono stati notati anche rischi più rari di torsione gastrica, ipotiroidismo o cardiomiopatia.

Dieta del levriero polacco

Questo cane di grossa taglia ha bisogno di cibo di alta qualità, che deve essere adattato alla sua taglia, ma anche alla sua età, sesso, stato di salute generale, nonché al suo livello di attività fisica. Le crocchette industriali premium o una razione domestica convalidata da un veterinario faranno perfettamente il lavoro. La sua natura da levriero lo rende molto riluttante ad ingrassare eccessivamente, anche se ovviamente non deve esagerare con le porzioni o con i dolcetti. Infine, è consigliabile suddividere la razione giornaliera del levriero polacco in due pasti e darli al di fuori delle fasce di esercizio.

Prezzo levriero polacco

Il prezzo di acquisto di un cucciolo di levriero polacco iscritto alla LOF è in media tra i 600 ei 1000 euro. Tale somma varia poi in base all’età, al sesso e al lignaggio del cane, ma anche in base alle caratteristiche dell’allevamento selezionato.

Continua a leggere:  Il pastore catalano: carattere, educazione, salute, prezzo | Pet Yolo

Aneddoti sul levriero polacco

La razza rimane piuttosto rara in Francia e, in generale, molto meno famosa dei suoi cugini. Inoltre, devi sapere che la caccia con i levrieri, anche con il Chart Polski, è vietata nel nostro paese dal 1844.

Credito fotografico: Lilly M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *