Formiche volanti: chi sono? Dove vivono?

fourmis volante 061923

Formiche volanti: chi sono?  Dove vivono?

Fanno il loro grande ritorno ogni anno durante il periodo estivo: le formiche alate volano via a centinaia, e prendono d’assalto case o giardini privati. Ma di quale tipo di insetto stiamo parlando? Chi sono le formiche volanti e da dove vengono? Stiamo facendo il punto su questo caso.

Cos’è una formica volante?

Si potrebbe pensare che la formica volante sia una specie a sé stante, ma non lo è. Questa espressione si riferisce infatti alle formiche maschi, oltre che alle principesse, cioè formiche femmine e future regine, delle specie più conosciute, in numero di 30.000, designate dal punto di vista entomologico con il termine “aludes”. Per il resto si tratta sempre Formicidi, che appartengono all’ordine degli Imenotteri, come le vespe o le api. Le formiche hanno una modalità di organizzazione eusociale: gli individui che convivono nella colonia sono divisi in caste di individui fertili, preposti alla riproduzione, e individui non fertili, che si occupano di nutrire e proteggere i primi. . La differenza è marcata nelle femmine tra le operaie sterili e le future regine, che avranno ricevuto cure particolari, oltre che un certo tipo di cibo allo stato larvale.

Riconosciamo le formiche volanti dalle loro due paia di ali, una situata nella parte anteriore del corpo e l’altra nella parte posteriore, più corta della prima. Possono essere confusi con le termiti volanti. Le formiche, tuttavia, hanno una vita sottile molto distinta rispetto al torace e all’addome, mentre le termiti hanno un corpo molto più spesso. Le antenne della formica sono curve e quelle delle termiti sono dritte. Inoltre queste ultime sciamano in primavera, mentre le formiche conoscono questa fase durante l’estate.

Continua a leggere:  L'orso polare o orso bianco: come e dove vive? Perché è in pericolo?

Il volo nuziale: la sfilata delle formiche alate

Questo è un evento annuale eccezionale. Una volta mature, le future regine e i maschi in una colonia possono far crescere le ali con la cura dei loro coetanei. Rimangono all’interno del formicaio fino a quando non si verificano le condizioni climatiche ideali, il volo richiede tempo tempestoso e piovoso, accompagnato da un forte caldo. Sono poi i maschi che si involano per primi, per riorganizzarsi ed iniziare la prima fase del volo nuziale, che consiste nel rilascio di feromoni. Quando le femmine arrivano sulla scena, arriva il momento della copulazione. La fecondazione delle formiche rimane un processo interno, la femmina conserva il seme in una spermateca. Una volta completato l’accoppiamento, i maschi muoiono, essendo programmati solo per la riproduzione. Le femmine alate partono dal canto loro alla ricerca di un luogo dove potersi seppellire, con lo scopo di far nascere una nuova colonia. Dovresti sapere che una formica volante che è riuscita a nascondersi non salirà mai in superficie. Si strappa le ali in questo modo, per il resto della sua vita. Dapprima sola, la futura regina dovrà poi riuscire a sopravvivere grazie all’energia accumulata durante la sua crescita. Il suo compito è infine quello di deporre le uova che daranno alla luce le prime operaie della nuova colonia.

Quando le formiche volanti ci invadono

Le lunghe e calde giornate estive offrono l’occasione ideale per questo volo nuziale, che può durare anche un mese. Quindi tradizionalmente incontriamo formiche alate tra luglio e agosto. Questi ultimi si muovono in sciami (da qui il termine swarming), sia per aumentare le possibilità di incontri, ma anche per proteggersi dai predatori, come gli uccelli, che spesso li catturano a mezz’aria.

Una volta a terra, la situazione non migliora per le future regine, che vengono inseguite da ragni, lucertole, mantidi religiose… ma anche da altre formiche! I lavoratori delle altre colonie infatti escono per catturare le future regine e mangiarsele.

È poi comune osservare formiche volanti nel proprio ambiente se in casa è già presente un nido, o in giardino. Tieni presente che questi insetti sono principalmente attratti da:

  • Umidità, come nel caso di infiltrazioni d’acqua
  • Alimenti zuccherati o proteici
  • Qualsiasi cibo in giro per casa, semi o briciole
  • Legno umido o marcio
Continua a leggere:  Zanzara tigre: chi è? Lotta e prevenzione

Le formiche alate sono pericolose?

Come i loro congeneri a terra, le formiche volanti possono mordere o pungere se si sentono minacciate. Tuttavia, dipende dalla loro specie. Ci sono pochissime formiche aggressive in Francia e nei climi temperati, cosa che non accade in altre zone come l’Africa, il Sud America o l’Australia, dove, ad esempio, la temuta e temibile formica di fuoco (Solenopsis invicta). Sul nostro territorio, ad esempio, dobbiamo prestare attenzione alla formica rossa (Mirmica rubra), con un pungiglione. La sua puntura può causare una reazione locale, anche un’allergia se ripetuta regolarmente.

Quali sono le soluzioni contro le formiche volanti?

Se hai notato un’invasione di formiche alate dentro o vicino a casa tua, niente panico! È vero che siamo più abituati a vedere questi insetti muoversi sul terreno, e a mettere in atto le azioni necessarie per impedirne la proliferazione. Tuttavia, questo non significa che sia impossibile controllare le formiche volanti. Anche se questi non sono pericolosi per la salute, rappresentano comunque un certo disagio nella vita quotidiana, oltre a minacciare la salute e la pulizia della casa. Raccomandiamo quindi le seguenti azioni per sbarazzarsi di questi indesiderati:

  • Rintraccia e sigilla eventuali crepe o fessure intorno alla tua proprietà. Questi ultimi rappresentano infatti punti di ingresso onirici per qualsiasi formica in cerca di cibo.
  • Tieni porte e finestre chiuse il più possibile. Si può anche optare per l’installazione di zanzariere durante il periodo estivo, da posizionare su tutte le aperture. Impediranno così a tutti gli insetti volanti di entrare nel tuo interno!
  • Eliminare qualsiasi fonte di umidità o infiltrazioni d’acqua. Assicurati anche di sostituire il legno marcio con legno sano, un terreno fertile ideale per le formiche carpentiere, compresi vecchi ceppi o paletti danneggiati nel giardino.
  • Pulisci le superfici dopo una sessione di cucina o un pasto, anche rimuovendo eventuali residui o briciole che potrebbero accumularsi
  • Conservare gli alimenti secchi in involucri o contenitori ermeticamente chiusi
  • Controlla che il cestino o i cestini della spazzatura, soprattutto se contengono cibo, siano ben chiusi
Continua a leggere:  Il lupo: come vive? Dove si trova in Francia?

È anche possibile utilizzare repellenti per tenere lontane le formiche volanti. Se gli insetticidi commerciali sono generalmente efficaci, rimangono comunque inquinanti. Per quanto riguarda le soluzioni naturali, l’aceto bianco spruzzato su porte o finestre, così come l’olio essenziale di geranio, o di menta piperita, danno buoni risultati.

Anche bruciare bastoncini di incenso funziona molto bene, l’odore disturba gli insetti che poi si allontanano dal luogo. Qualunque prodotto tu scelga, ti consigliamo in tutti i casi di posizionare questa soluzione anti-formica in luoghi strategici.

In caso di infestazione estrema o fuori controllo, sarebbe più saggio rivolgersi a un’azienda di disinfestazione professionale, possibilmente specializzata in problemi legati alle formiche. L’utilizzo di questo servizio ti permetterà di identificare chiaramente la posizione del formicaio (se non sei riuscito a localizzarlo prima), eliminando gli insetti presenti e prevenendo future invasioni.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *