Idee sbagliate sull’addestramento del cane Pet Yolo

missverstaendnisse hundetraining

Idee sbagliate sull’addestramento del cane

Cani e umani sono molto simili in molti modi e spesso formano una squadra armoniosa. Tuttavia, possono esserci malintesi che in qualche modo significano che le cose non vanno come previsto. I cani non sono esseri di un altro pianeta. Tuttavia, spesso si sentono diversamente e parlano una lingua diversa da quella di noi umani. Qui mostriamo le idee sbagliate più comuni sull’addestramento del cane.

Linguaggio del corpo: fammi vedere cosa vuoi!

I cani reagiscono in modo molto più sensibile al linguaggio del corpo umano di quanto molti proprietari si rendano conto. In generale, prestano molta più attenzione a ciò che facciamo che a ciò che diciamo. Diventa sempre problematico quando queste due azioni – fare e dire – non coincidono. È così che spesso sorgono malintesi durante l’addestramento dei cani.

Un tipico esempio: chiami il tuo cane con voce amichevole. Per incoraggiarlo a venire da te velocemente, ti pieghi verso di lui, magari allunghi anche le mani e lo guardi negli occhi per incoraggiarti. Il tuo cane inizia a camminare verso di te, ma poi si gira, si ferma o inizia ad annusare.

Quello che è successo? Anche se la tua voce ha lanciato un invito, il tuo corpo e i tuoi occhi hanno detto “Stai lontano!”. I cani comunicano tra loro molto di più attraverso il linguaggio del corpo di quanto noi umani facciamo consapevolmente. Stare faccia a faccia con il cane, sporgersi in avanti e fissarlo è una minaccia, è meglio stare di lato, stare in piedi o accovacciarsi e distogliere leggermente lo sguardo. È così che il corpo dice “Vieni qui!”.

Continua a leggere:  Come impedire a un cane di saltare su di te, ospiti e sconosciuti

In molte situazioni ci ritroviamo in una postura minacciosa: indossare e togliere l’imbracatura, asciugare il cane, mettere il cane in macchina, ecc. Alcuni cani lo prendono e hanno meno problemi con esso. Prima o poi, altri cani reagiranno con comportamenti di evitamento o stress in tali momenti. Quindi vale la pena controllare tu stesso dove stai adottando posture scomode che rendono difficile per il cane mostrare il comportamento giusto. A questo punto si può iniziare e spesso agevolare il cane con piccoli accorgimenti.

Incertezza – Cosa vuoi esattamente da me?

Uno dei malintesi più comuni quando si tratta di addestramento del cane è che i proprietari non sempre sanno esattamente cosa vogliono dal loro cane. Non hanno un’immagine chiara nella loro testa di come vogliono che il loro cane si comporti quando danno un segnale specifico. Naturalmente, “sedersi” significa “mettere il sedere sul pavimento”. C’è per lo più consenso su questo. Per quanto tempo il cane dovrebbe stare seduto spesso non è così chiaro o non viene implementato in modo coerente. Nella maggior parte dei casi può essere sufficiente che il tuo cane si sieda brevemente quando glielo dici e per te va bene che poi si alzi di nuovo da solo, per esempio se lo metti al guinzaglio. Ma ora sei fermo a un semaforo rosso e vuoi che il tuo cane rimanga seduto finché non gli permetti di alzarsi e continuare a camminare. Se il tuo cane si alza di nuovo dopo due secondi in questa situazione e vuole continuare, lo correggerai. Tuttavia, il tuo cane non può dire quando sembra giusto disfare il sedile da solo e quando viene improvvisamente rimproverato per questo. Il tuo cane non riesce a capire che “siediti” a volte significa “siediti per due secondi” e talvolta “siediti finché non dico diversamente”. Pertanto, per ogni segnale che desideri addestrare, pensa attentamente a come dovrebbe essere in anticipo.

Continua a leggere:  Francese bianco e nero: carattere, educazione, salute, prezzo | Pet Yolo

Per farlo, rispondi a quattro semplici domande:

  • Cosa vuoi esattamente che faccia il tuo cane? – per esempio. B. prendi il fondo sul pavimento
  • Quando dovrebbe farlo il tuo cane? – per esempio. B. quando dico “siediti”.
  • Dove dovrebbe farlo il tuo cane? – per esempio. B. ovunque dico “siediti”.
  • Per quanto tempo il tuo cane dovrebbe farlo? – per esempio. B. finché non dico “Continua” o faccio un altro segnale
  • Una volta che hai definito il tuo obiettivo in questo modo, attieniti ad esso e sii coerente, vale a dire che questo vale davvero sempre. In questo modo sei libero per il tuo cane ed eviti stress inutili.

    Emozione – anche qui e ora?

    Molti proprietari hanno l’idea che un cane abbia padroneggiato un segnale dopo averlo appreso con successo alcune volte senza troppe distrazioni. Ad esempio, se il cane B. si adatta perfettamente alla cucina, si presume che possa sedersi, sempre e ovunque. Se poi non si siede in una certa situazione, questo viene spesso interpretato come rifiuto o testardaggine. Sfortunatamente, di solito non è così semplice! I cani imparano in modo incredibilmente forte in un modo correlato al contesto, cioè includono l’ambiente, le persone presenti, ecc. nel processo di apprendimento. Una seduta in cucina è completamente diversa da una seduta in giardino. Se il cane ha capito come stare seduto in cucina, il ronzio della lavastoviglie è uno stimolo in aggiunta al padrone e al suo segnale “siediti”. Come fa il cane a sapere che la lavastoviglie è totalmente irrilevante per il sedile se è sempre stata presente durante la pratica? Se il seggiolino è ormai richiesto in giardino, manca la lavastoviglie e quindi uno stimolo che il cane ha imparato fino ad ora. Quindi i cani devono prima filtrare ciò che è veramente rilevante per il segnale attraverso molte ripetizioni in molti punti diversi!

    Distrazioni – Troppo, troppo in fretta!

    Un altro fattore nelle incomprensioni dell’addestramento del cane sono le distrazioni. Ci sono innumerevoli distrazioni per i cani: rumori, odori, movimenti, persone, cani, automobili, animali… Queste distrazioni sono spesso sottovalutate dai proprietari e al cane vengono richiesti comportamenti che semplicemente non può ancora attuare! Le fasi di apprendimento vengono saltate. Di conseguenza, il cane reagisce con lo stress e il comportamento saltellante, cioè mostra un comportamento che non sembra affatto adattarsi alla situazione, ad es. B. mordere il guinzaglio, saltare, ecc. I cani devono imparare gradualmente a eseguire i segnali anche quando sono distratti. È importante allenarsi da facile a difficile. Immagina se avresti dovuto risolvere equazioni funzionali subito dopo aver imparato l’aritmetica di base!

    Continua a leggere:  Redbone Coonhound Informazioni e caratteristiche sulla razza del cane | Pet Yolo

    Il modo migliore per esercitarsi in modo strutturato è annotare tutte le distrazioni del tuo cane: tipi di cibo, giocattoli, persone, animali, odori, ecc. Quindi classifica le distrazioni in ordine. La distrazione più semplice è in basso e la più difficile in alto. Ora allenati dal basso verso l’alto e sali di livello solo se il passaggio precedente funziona perfettamente. In questo modo il tuo cane può imparare ad eseguire sempre i tuoi segnali e tu ti alleni senza fraintendimenti durante l’addestramento del cane e senza essere sopraffatto e stressato!

    Author

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *