Dogo Argentino nel ritratto di razza | Pet Yolo

dogo argentino hunderassen

Ritratto di razza Dogo Argentino

Caratteristiche e aspetto della razza

Che aspetto ha un Dogo Argentino?

Il Dogo Argentino è un elegante cane di taglia medio-grande che trasuda potenza atletica. La sua pelliccia bianca pura è sorprendente. Il naso è nero. Quindi non è un albino. Il colore bianco è il risultato di un gene difettoso che ha letteralmente ereditato dai suoi antenati, i bull terrier. Questo gene difettoso porta anche la predisposizione alla sordità. Il colore bianco è una piaga per questa razza canina. Per motivi di benessere degli animali, è irresponsabile se si insiste su un colore bianco puro nello standard e più di una macchia di colore è considerata non riproduttiva. L’attuale standard FCI richiede:

bianco puro. È ammessa una macchia di colore nero o scuro intorno all’occhio; questo non deve occupare più del 10% dell’area della testa. Nel caso di esemplari equivalenti, il giudice dovrebbe sempre decidere a favore del cane che è il bianco più puro.

Oltre a diffondere una grave malattia ereditaria, tale determinazione favorisce anche la consanguineità. Il Dogo colpisce per le sue prestazioni, la sua eleganza e il suo carattere. Non ha bisogno di pura pelliccia bianca per questo! Si vede che il Dogo appartiene ai Molossi, ma è estremamente sportivo. La sua testa sembra forte e pesante. Il muso è a forma di sciabola. Le orecchie sono attaccate alte ai lati. Hanno una forma triangolare.

Quanto è grande un Dogo Argentino?

I dogo sono alti tra i 60 e i 68 cm e pesano tra i 40 e i 50 chilogrammi.

Quanti anni ha un Dogo Argentino?

Allevato seriamente e senza consanguineità, il Dogo Argentino può vivere dai 10 ai 14 anni. Sfortunatamente, non sono disponibili statistiche affidabili.

tratti e tratti caratteriali

Che caratteristiche ha un Dogo Argentino?

Il Dogo Argentino è un cane amichevole. È un atleta che vuole mostrare le sue capacità. Qui differisce per natura dagli altri Molossi. Per il resto è molto simile a loro: bonario, devoto alle persone e amante dei bambini. Tuttavia, non è sempre compatibile con altri cani. Qui tende al dominio. È un cane aperto, felice, ma sempre consapevole della sua forza. È un guardiano e protettore incorruttibile senza essere aggressivo. Si dice che sia molto vigile. Lo standard descrive la natura desiderata dalla razza:

Allegro, naturale, senza pretese, amichevole; abbaia poco ed è sempre consapevole della sua forza. Non deve essere aggressivo in nessun caso, caratteristica che va tenuta sotto stretto controllo. La sua indole dominante lo coinvolge spesso in lotte per il proprio territorio, soprattutto con cani dello stesso sesso, caratteristica particolarmente evidente nei cani maschi. Quando caccia, è intelligente e silenzioso, coraggioso e abituato alla battaglia.

Il Dogo non è logicamente un cane per principianti.

Continua a leggere:  Guinzaglio corto come ausilio alla formazione | Pet Yolo

Origine e storia

Da dove viene originariamente il Dogo Argentino?

Il Dogo Argentino è un cane da caccia originario dell’Argentina. È un cane potente e allo stesso tempo sportivo ed elegante. Il suo colore bianco è sorprendente. Come ultimo rappresentante, il Dogo Argentino continua l’eredità del Molosso come imballatore di scrofe. Nel Medioevo, i Molossi servivano come cani da caccia per selvaggina ben fortificata. I loro compiti includevano inseguire e afferrare i cinghiali e trattenerli fino a quando il cacciatore si precipitò con la piuma della scrofa, una lunga lancia, e fu in grado di porre fine alla scrofa. In Argentina, le persone cercano questi cani da molto tempo. I mastini spagnoli, gli Alanos de Cordoba, erano molto forti e potevano afferrare le cose. Si erano guadagnati un dubbio merito nel catturare schiavi fuggiaschi. Erano stati anche maltrattati per combattimenti tra cani. Tuttavia, erano troppo pigri per cacciare la selvaggina locale. Oltre ai cinghiali importati, c’erano i pecari autoctoni, non meno difensivi. Cacciavano anche puma e pantere, che potevano essere pericolosi per il bestiame. I segugi europei erano troppo deboli. Intorno al 1873 Antonio Nores Martinez, il maggiore, iniziò ad allevare un nuovo cane da caccia. Era lo stesso sviluppo che si stava verificando in Europa nello stesso periodo, dove si stavano sviluppando numerose razze, soprattutto di cani da caccia. La base erano i mastini spagnoli esistenti. La sperimentazione è stata effettuata con numerosi incroci. Il bull terrier si è rivelato un pilastro della nuova razza. I bull terrier di quel tempo erano posizionati più in alto di quelli di oggi. Era più come il Dogo di oggi. Il bull terrier ha portato con sé il colore bianco. E con la triglia bianca è entrato nella razza il gene della sordità. Il colore bianco era un’esigenza dei cacciatori, che volevano poter distinguere meglio i cani dalle prede nella boscaglia. Successivamente il fratello e poi il figlio omonimo continuarono l’opera. Antonio Nores Martinez, il più giovane, era professore di genetica e gestiva cani di professione. Nel 1928 il Dogo Argentino era stato formato con soddisfazione delle persone coinvolte. I segugi si dimostrarono guardie incorruttibili. Si dimostrano anche come cani da guardia. Particolare enfasi è stata posta su un essere controllato. Ci volle fino al 1964 perché il Dogo fosse ufficialmente riconosciuto dall’Associazione Argentina di Allevamento Canino e infine nel 1973 dalla Federazione Mondiale FCI. Il Dogo Argentino è l’unica razza canina riconosciuta in Argentina. Nel 1968 i primi Dogo arrivarono all’aeroporto di Stoccarda, nel 1972 cadde la prima cucciolata in Germania. Nel 1976 fu fondato il Dogo Argentino Club Germany, poi sciolto. Oggi il Dogo è nel VDH senza una propria associazione di allevamento. Anche le restrizioni imposte dalle cosiddette ordinanze sui cani da combattimento non andavano bene per questa razza canina giovane ma essenzialmente primitiva. Ma ha più amici di quanto pensi. Dopotutto, è al 17° posto nella lista delle razze canine più popolari dei follower di Facebook del VDH.

Miscele popolari

Le miscele di Dogo Argentino con altre razze di cani o razze miste sono rare ma a volte possono essere trovate nei rifugi per animali.

Continua a leggere:  Tutti i cani possono nuotare? Come insegnare al tuo cane a nuotare in sicurezza | Pet Yolo

cure, salute e malattie

Di quanta toelettatura ha bisogno un Dogo Argentino?

Il Dogo non richiede particolari cure.

Ci sono malattie specifiche della razza nel Dogo Argentino?

Il colore bianco del mastino argentino è il risultato di un gene difettoso che ha ereditato dai suoi antenati Bull Terrier. Questo gene difettoso contiene la predisposizione alla sordità e possibilmente ad altri difetti. Anche la consanguineità estrema è molto diffusa, il che riduce notevolmente la forma fisica, la salute e l’aspettativa di vita.

Qual è il cibo migliore per un Dogo Argentino?

Il Dogo Argentino non ha particolari esigenze dietetiche. Certo, il cibo di alta qualità fa bene alla sua salute e piace anche a lui. Come la maggior parte dei cani, gli piacciono anche un osso di manzo carnoso e carne fresca. Il Dogo Argentino è molto adatto al BARF.

attività

Di quanto esercizio ha bisogno un Dogo Argentino?

Il Dogo è un atleta, un guardiano vigile e un cane da caccia attivo. Ha un buon senso dell’olfatto ed è un ottimo cane da caccia. Ama i giochi di oggetti nascosti e il lavoro sul naso, una passione che può coltivare anche negli sport cinofili. Il mastino argentino è un buon cane di famiglia, a condizione che sia ben socializzato, addestrato e fisicamente attivo. Altrimenti vorrebbe sfogare le sue forze sull’inventario dell’appartamento.

Considerazioni prima dell’acquisto

Dove puoi comprare un Dogo Argentino?

Prima di acquistare, devi essere consapevole che l’atteggiamento restrittivo dello stato (lista cane) porta con sé molti problemi nella vita di tutti i giorni e oneri finanziari aggiuntivi. Gli allevatori rispettabili del Dogo Argentino sono rari in Germania. Dovresti dare un’occhiata ai rifugi per animali e alle iniziative Dogo in Need; ci sono molti Dogo che cercano casa qui. Se vuoi condividere la tua vita con un Dogo Argentino, dovresti cercare un allevatore molto prima di acquistarlo e prendere contatti qui. L’allevatore dovrebbe essere affiliato al VDH e far testare i propri cani per i rischi speciali delle malattie ereditarie. Questa è una cosa ovvia nell’allevamento serio. Inoltre, non dovrebbero esserci consanguineità, che puoi stimare dall’albero genealogico se nessun nome appare due volte lì. L’allevatore avrebbe dovuto documentare bene la sua cucciolata con una foto. Dovresti essere in grado di guardare la cucciolata insieme al cane madre, previo accordo, sul posto. Si prega di non acquistare un Dogo Argentino su Internet, in quanto vi è un rischio molto elevato che il cucciolo provenga da un commerciante di cani o da un allevatore che di solito è ben mimetizzato.

educazione e attitudine

Un Dogo Argentino è giusto per me?

Il Dogo Argentino è poco esigente in termini di condizioni esterne. Sicuro: un piccolo appartamento in una grande città non è adatto al suo atteggiamento. Ma a parte questo, è facile prendersene cura. Poiché i cani sono molto muscolosi ea volte impetuosi, si raccomanda che i bambini siano un po’ più grandi. Devi sempre tenere a mente un fatto: il Dogo deve soffrire in particolare dell’ostilità dei cani in Germania e dell’incapacità dello Stato di assumere un atteggiamento costruttivo nei confronti dei cani. È considerato un “cane pericoloso” in molti stati federali di Germania, Austria e cantoni della Svizzera. In alcuni cantoni della Svizzera e della Danimarca è anche nell’elenco dei cani che non possono essere tenuti o importati. Non dovresti nemmeno recarti nei Paesi Bassi, poiché c’è il rischio di confisca o addirittura di eutanasia senza che sia successo nulla. Tali generalizzazioni sono legate al fatto che alcuni concittadini si sentono chiamati a istruire o addirittura insultare, sebbene il cane si comporti in modo assolutamente esemplare. Dopotutto, in alcuni comuni devi pagare aliquote penali estremamente elevate. Il Dogo Argentino è facile da addestrare. È importante che abbia già potuto sperimentare una buona socializzazione con l’allevatore. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata all’addestramento all’obbedienza per avere sempre sotto controllo l’enorme potenza e l’agilità di questo cane da caccia. Ben istruito e idealmente addestrato nel tracciare, il Dogo è un partner adattabile e piacevole per gli umani. Si consiglia un box di trasporto sufficientemente dimensionato nell’auto. Per sviluppare la sua compatibilità con altri cani, dovrebbe frequentare una scuola per cani fin da cucciolo. Il Dogo appartiene a una mano esperta di cani.

Continua a leggere:  Fatti interessanti sull'ocelot | Pet Yolo

Curiosità ed extra

Il Dogo Argentino è una razza di cane entusiasmante per proprietari esperti. La sua potenza mentale e fisica lo rende una razza di cane straordinariamente interessante. Purtroppo ci sono alcuni problemi. In alcune regioni è considerato un cane da lista. L’orientamento unilaterale al colore del mantello bianco puro porta problemi di salute e anche gli allevatori rispettabili sono rari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *