Come realizzare una trappola per formiche efficace?

piege fourmis 062815

Come realizzare una trappola per formiche efficace?

Colonne di formiche si sono invitate nella tua cucina e vorresti sbarazzartene. Poiché questi insetti sono molto utili in giardino, è meglio tenerli lontani dal proprio interno piuttosto che debellarli. In questo articolo, proponiamo di fare trappole ecologiche per respingere gli intrusi. Il problema è diverso durante un’invasione di specie dannoso, come formiche carpentiere o faraoni. Se ti trovi in ​​questa situazione, ti aiuteremo a eliminarli senza prodotti chimici.

Formiche, amici o nemici?

A nessuno piace vedere la propria casa infestata dalle formiche. Appartenenti all’ordine degli Imenotteri, questi animali trascorrono la loro vita sulla terra, rosicchiando avanzi di cibo, detriti di ogni genere, portando con sé l’immagine di una certa insalubrità. Tuttavia, le formiche nere (lasio niger), il più diffuso in Francia, costituiscono ausiliari del giardino sotto molti aspetti: eliminano i parassiti (larve, bruchi, vermi, uova di parassiti) che popolano le nostre piantagioni ornamentali e orticole; aiutano ad aerare la terra con le loro gallerie; riciclano i rifiuti vegetali e animali e partecipano al impollinazione, come le api. Anche fonti di cibo per altri insetti e uccelli, le formiche rappresentano un anello essenziale della catena alimentare.

Come spaventare le formiche?

Come abbiamo appena spiegato, le formiche nere svolgono molti servizi, quindi è consigliabile respingerle piuttosto che ucciderle. Ecco 8 consigli semplici e naturali che ti aiuteranno a tenerli lontani da casa tua:

aceto bianco

Molto apprezzato per le sue proprietà detergenti, l’aceto bianco è anche un’arma efficace contro le formiche. Per respingere le vespe, immergi una spugna nell’aceto bianco e pulisci tutta la cucina, compreso il piano di lavoro. Utilizzando uno spruzzino spruzzare il prodotto sui punti di ingresso (davanzali e soglie delle porte) e dove passano le formiche;

I fondi di caffè

Le formiche sono molto sensibili a odori e quella del caffè gli dispiace molto. Dopo aver preparato la vostra bevanda mattutina, raccogliete i fondi e disponeteli in mucchietti in tazze che appoggerete nei vari punti di accesso della casa. Questa soluzione ecologica crea una barriera repellente per gli insetti che preferiscono starne alla larga. Non esitate a rinnovare l’operazione ogni giorno con fondi di caffè freschi;

Continua a leggere:  La mantide religiosa divora il maschio durante l'accoppiamento: vero o falso?

Il gesso

Per quanto sorprendente possa sembrare, le formiche non attraversano una linea di gesso. Vedrai che tracciando una linea spessa intorno alle zone da proteggere, gli insetti cambieranno rotta. Gli scienziati ipotizzano che la formica fugga il gesso perché digerisce male questo materiale solido e abrasivo;

Il limone

Il limone è un grande classico nella gamma dei repellenti naturali. Le formiche fuggono dall’agrume tanto per la sua acidità quanto per il suo odore. Ci sono almeno 2 metodi per realizzare questa trappola: potete tagliare delle fettine di limone e metterle in coppette che posizionerete agli ingressi di casa vostra. Ricordati di sostituire la frutta non appena inizia a seccarsi. Un’altra tecnica consiste nel mescolare il succo di limone con il sale e immergervi dei pezzi di stoffa. Sistemare poi i tessuti in luoghi strategici frequentati da insetti;

Il guscio d’uovo

Questa è un’altra soluzione che ti permette di cacciare le formiche senza ucciderle. Per questo metodo vi basterà ridurre i gusci delle uova in polvere che andrete a spargere sui luoghi di passaggio dell’insetto. Le formiche rimarranno fuori, il risultato è garantito;

Menta Piperita o Lavanda

Modulo Olio essenziale, la menta piperita è un infallibile rimedio anti-formica. Puoi spalmarlo in diversi modi: direttamente nelle tazze, a spruzzo, in un diffusore o su pezzi di tessuto. Oltre a respingere le formiche che odiano questo odore, profumerai la casa con profumi piacevolmente freschi. La trappola funziona anche con olio essenziale di lavanda;

Basilico o aglio

Mettendo delle foglie di basilico sui percorsi solitamente percorsi dalle formiche, si ha la certezza che gli insetti modificheranno la loro traiettoria. Il forte odore dell’erba li allontanerà rilasciando una piacevole fragranza nel tuo interno. Meno piacevole ma altrettanto efficace è l’uso dell’aglio. Le formiche scapperanno di fronte al forte odore e al gusto Speziato baccelli posti sul loro cammino;

cannella

Un’altra fragranza odiata dalle vespe: la cannella. Ancora una volta, il suo utilizzo è possibile in vari modi. Potete distribuire la cannella in polvere o in bastoncini in coppette che andrete poi a posizionare nei punti di entrata. È anche possibile spruzzare olio essenziale di cannella intorno a porte, finestre e sul pavimento. Le tue stanze avranno un ottimo profumo e saranno prive di formiche.

Continua a leggere:  La genetta comune, carnivora difficile da osservare: dove e come vive?

Formiche: quali sono le specie nocive?

Se la comunissima formica nera non rappresenta un pericolo, altre specie possono nuocere alla nostra salute e alle nostre case:

  • formica carpentiere (Camponoto) può causare notevoli danni strutturali agli infissi delle case scavando gallerie nel bosco per stabilirvi il nido;
  • formica di fuoco (Solenopsis invicta) è particolarmente aggressivo e punge se minacciato. La sua puntura dolorosa può causare gravi reazioni allergiche. La specie può anche danneggiare le colture e le apparecchiature elettriche;
  • formica faraone (Monomorium pharaonis) si adatta molto bene agli interni. Attratta da materiali dolci e ricchi di proteine, frequenta sia i nostri bidoni della spazzatura che le nostre credenze in cucina. È probabile che questa specie sia portatrice di batteri patogeni e malattie come il clostridium, la salmonella o lo stafilococco.

Formiche: come eliminare le specie nocive?

Se vuoi sbarazzarti definitivamente delle specie indesiderabili sopra menzionate, ti offriamo 3 trappole repellente per formiche fatto in casa.

La bottiglia tagliata

Facile da implementare ed efficace, questa tecnica è sicuramente la più conosciuta di tutte. Per prima cosa prendi una bottiglia di plastica senza tappo e tagliala a 2/3 dell’altezza. Sul fondo della bottiglia versare una miscela di zucchero, marmellata e acqua. Quindi, inserire la parte superiore (con il collo rivolto verso il basso) nella parte inferiore della bottiglia. Attirate dai dolci ingredienti, le formiche entreranno nel contenitore e vi annegheranno;

terra di diatomee

Questo materiale naturale al 100% è costituito da selce fossile, un abrasivo molto fine. La farina fossile si presenta sotto forma di polvere bianca da cospargere all’ingresso e nelle zone di passaggio delle formiche. Di fronte a questa barriera fisica, gli insetti o si voltano o la ignorano. Tuttavia, a contatto con il prodotto, gli Imenotteri si disidrateranno e periranno;

Continua a leggere:  L'emione, un asino selvatico diffuso in Asia

Bicarbonato di sodio

Come il vino bianco, il bicarbonato di sodio è un prodotto essenziale per la pulizia della casa. Versatile, la sostanza funziona anche come insetticida naturale mescolandola con lo zucchero per attirare le formiche. Quindi, disponi la preparazione in tazze che installerai in luoghi frequentati da insetti. Questa trappola è fatale per le formiche il cui organismo non assimila ilacidità bicarbonato di sodio. In questa ricetta è del tutto possibile sostituire il bicarbonato di sodio con sale da cucina che avrà l’effetto di uccidere l’animale per disidratazione.

Come prevenire le invasioni di formiche?

Niente di peggio per le formiche di una casa Proprio ! Ecco perché è fondamentale rimuovere tutto ciò che può attirare questi insetti svolgendo compiti molto semplici come:

  • Aspirare il pavimento ma anche i ripiani e gli armadi per rimuovere briciole e altri residui di cibo;
  • Pulire gli elementi della cucina (banconi, tavoli) e la sala da pranzo con aceto bianco;
  • Non lasciare all’aria aperta imballaggi alimentari aperti o avanzi di cibo;
  • Non lasciare che i piatti si accumulino nel lavandino;
  • Chiudi bene i bidoni della spazzatura.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *