Quale cibo per un cane sterilizzato?

alimentation chien sterelise 063800 650 400

La sterilizzazione è estremamente benefica per la salute del cane o della cagna. Protegge questi animali da molte malattie gravi. L’unica piccola preoccupazione è che la sterilizzazione porta spesso ad un aumento di peso. Per ovviare a questo inconveniente è fondamentale modificare la dieta del cane sterilizzato (maschio o femmina) come consigliato dai veterinari. Allo stesso tempo, ci assicuriamo che l’animale svolga attività fisica quotidiana. Vediamo perché la sterilizzazione favorisce il sovrappeso nei cani e come nutrire il proprio cane per evitare l’insediamento di chili superflui.

Sterilizzazione del cane e aumento di peso

Non appena il cane o la cagna vengono sterilizzati, l’organismo subisce dei cambiamenti, soprattutto a livello ormonale. Infatti, il livello di estrogeni e progesterone (ormoni sessuali) diminuisce, con conseguenze a diversi livelli, vale a dire:

  • Il comportamento alimentare del cane viene influenzato direttamente: l’animale mangia di più,
  • Il metabolismo rallenta: il dispendio energetico a riposo diminuisce, i grassi essendo eliminati meno velocemente tendono ad accumularsi.

Se il cane sterilizzato non beneficia di una dieta adeguata, e se inoltre il suo padrone non lo incoraggia a muoversi quotidianamente, accumulerà i chili superflui rischiando così di diventare obeso. Un cane è considerato obeso quando il suo peso corporeo supera del 15-20% il peso ideale. Diciamo che, se secondo gli standard della razza il peso ideale del cane adulto è di 30 kg, è giunto il momento di riequilibrare la sua alimentazione quando l’ago della bilancia si aggira intorno ai 34 o 35 kg.

Obesità nei cani sterilizzati: un argomento da prendere sul serio

Il sovrappeso non va mai preso alla leggera perché riduce l’aspettativa di vita del cane (sterilizzato o meno).

Troppi padroni sottovalutano la gravità del sovrappeso e non vi prestano attenzione dopo aver sterilizzato il proprio cane o la propria cagna quando è un rischio reale che colpisce la grande maggioranza dei cani dopo questo tipo di intervento. Quasi l’80% dei proprietari di cani reagisce solo se il veterinario glielo consiglia. Prova che il follow-up veterinario è assolutamente necessario.

Cane sterilizzato: alimentazione controllata obbligatoria

Bisogna usare il buon senso e iniziare non appena il cane sterilizzato torna a casa eliminando le cattive abitudini. È assolutamente necessario porre fine ai dolcetti in abbondanza e smettere di dare gli avanzi della tavola al proprio cane.

Allo stesso tempo, il padrone deve ridurre le porzioni e scegliere alimenti adatti ai cani sterilizzati. Devono essere ricchi di proteine, poveri di carboidrati e fornire tutti i nutrienti necessari all’organismo dell’animale. Rispetto agli alimenti per cani interi, quelli destinati ai cani castrati dovrebbero presentare una densità energetica ridotta ma un RPC (rapporto proteine-calorie) più elevato.

Fare attenzione anche a tenere conto dell’età del cane. Poiché la sterilizzazione può essere effettuata su un cucciolo ancora in crescita, è ovviamente fondamentale acquistare alimenti specifici per questo tipo di cane. Finché la crescita dell’animale non è completamente completa, non si dovrebbe dargli cibo per cani adulti sterilizzato perché non può soddisfare le esigenze del corpo dell’animale giovane. Questo rischio di carenze le cui conseguenze sulla sua salute possono essere gravi.

Si consiglia infine di leggere attentamente le etichette prima dell’acquisto e di confrontare perché la categoria dei prodotti è stampigliata ” Per cani sterilizzati » contiene alimenti non sempre molto equilibrati. Inoltre, questi alimenti specifici non sono disciplinati da normative specifiche. L’insegnante ha quindi tutto l’interesse a prendere nota dei dati nutrizionali riportati sulla confezione.

Al cane sterilizzato può essere somministrata una razione domestica, ovvero del cibo preparato in casa appositamente per lui con alimenti crudi, freschi e di ottima qualità. Certo, ci vuole più tempo che aprire una lattina di crocchette, ma se le porzioni sono sempre perfettamente bilanciate, l’animale potrebbe non ingrassare mai dopo la sterilizzazione.

In caso di dubbi, la soluzione migliore è rivolgersi al veterinario per ricevere tutti i consigli essenziali e lasciarsi guidare da questo professionista della salute animale nella scelta degli alimenti che rispondano al problema dei cani sterilizzati che quindi hanno una chiara tendenza ad aumentare.

Cane sterilizzato: nessuna transizione alimentare durante la notte

Volere controllare l’aumento di peso del tuo cane sterilizzato è positivo, a patto di non affrettare le cose. I veterinari sono unanimi: se si modifica troppo in fretta la dieta del proprio cane perché è appena stato sterilizzato, è probabile che l’animale soffra di disturbi digestivi.

Idealmente, la transizione alimentare dovrebbe avvenire gradualmente nell’arco di circa due settimane, in modo che il sistema digestivo dell’animale abbia il tempo di adattarsi. Inoltre il cane si abituerà meglio al cambiamento in queste condizioni e non soffrirà alcuno stress. E’ molto importante per il suo equilibrio psicologico.

Cane sterilizzato e mantenimento del peso ideale: il successo è legato anche allo sport

Non importa quanto bene si alimenta un cane sterilizzato, vale a dire con alimenti ricchi di proteine ​​e poveri di grassi, il peso ideale può essere mantenuto solo se, parallelamente, l’animale fornisce uno sforzo quotidiano. Non è un segreto che un’attività fisica regolare bruci i grassi e prevenga l’aumento di peso. È inoltre essenziale che il cane sterilizzato rimanga tonico e mantenga una buona salute generale.

Alcuni cani non sono appassionati di sport. Quindi, come facciamo per la transizione alimentare, incoraggiamo il cane a muoversi comunque iniziando lentamente e aumentando notevolmente la durata degli esercizi e la loro difficoltà. La buona soluzione è farlo giocare a palla nei campi o perché no nuotare in un piccolo ruscello. Una volta completamente addestrato, il cane sterilizzato potrà iscriversi ad un club sportivo cinofilo e condividere altre attività fisiche con il suo padrone. Ma anche in questo caso è preferibile chiedere al veterinario di stabilire, ad esempio, un programma personalizzato.

Continua a leggere:  Chinese Crested Dog: carattere, educazione, salute, prezzo | Pet Yolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *