Malattie degli occhi nei cani: cosa sono?

maladie yeux chien 074122 650 400

Il cane può essere affetto da diverse patologie oculari, alcune delle quali sono di elevata gravità poiché possono portare alla cecità. È quindi essenziale consultare un veterinario ai primissimi sintomi che suggeriscono una condizione di uno o entrambi gli occhi. Ecco una breve panoramica delle malattie degli occhi nei cani, i loro principali sintomi, le loro cause e le loro conseguenze.

Congiuntivite

I segni di questa infiammazione delle congiuntive sono:

  • Uno strappo,
  • secrezioni,
  • occhi rossi,
  • L’occhio che resta chiuso,
  • Edema localizzato.

È un’infiammazione della mucosa che ricopre il bulbo oculare, cioè la congiuntiva. La congiuntivite può essere di origine allergica, parassitaria o conseguente ad un’irritazione. Anche se nella maggior parte dei casi rimane benigna, è necessario che il cane venga trattato affinché la congiuntivite non peggiori.

entropion

Questa anomalia delle palpebre inferiori e/o superiori. Si parla di entropion quando una palpebra ruota verso l’interno, provocando una dolorosa irritazione della cornea e della congiuntiva a contatto con i peli o le ciglia. Sono molte le lacrime che scendono lungo il muso dell’animale e questo flusso diventa cronico. L’entropion è più comune nelle razze brachicefaliche.

Ectropion

Questa è un’altra anomalia delle palpebre che si manifesta con l’eversione delle palpebre, cioè con il loro rotolamento verso l’esterno. Può provocare secchezza oculare o, al contrario, lacrimazione e aumenta il rischio di congiuntivite. L’ectropion può essere conseguente ad un trauma, ad un’infezione oculare oppure essere di origine genetica. Alcune razze sono particolarmente esposte, come l’Alano, il Terranova, il Cane Corso, il Golden Retriever o anche il San Bernardo e il Chow-Chow.

Continua a leggere:  Lavoro di monitoraggio: divertimento per cane e padrone | Pet Yolo

Cataratta

I principali sintomi della cataratta nel cane sono il colore leggermente bluastro del centro dell’occhio, poi il progressivo deficit visivo dovuto all’opacizzazione del cristallino che può essere parziale o totale. In quest’ultimo caso il cane diventa cieco in modo irreversibile. L’opacizzazione del cristallino lo rende bianco latte.

La cataratta può essere di origine traumatica, seguire a uveite, diabete o, come accade più frequentemente, essere la conseguenza dell’invecchiamento. La cataratta senile colpisce i cani di età superiore ai 7 anni. Alcune razze canine sono particolarmente predisposte, come nel caso del Cocker e dell’Husky.

Atrofia retinica progressiva o PRA

Questa malattia incurabile della retina porta alla cecità irreversibile. Il cane con PRA inizia con il perdere la visione notturna, sbattendo contro oggetti o mobili quando si muove al buio. I fotorecettori (coni e bastoncelli) degenerano gradualmente a causa dell’atrofia più o meno rapida della retina. L’APR è una malattia ereditaria. Alcune razze canine sono più predisposte di altre, come ad esempio il bassotto, lo Yorkshire terrier, il Bichon Frise, il Rottweiler, il Golden Retriever o l’Akita Inu, ma ciò non significa che i cani di altre razze non possano essere colpiti da questo occhio. malattia.

Distacco della retina

Si parla di distacco di retina quando l’epitelio pigmentato e il vitreo si separano. La retina allora non viene più nutrita e i fotorecettori vengono gradualmente distrutti. Ciò provoca inizialmente sintomi più o meno discreti. Il cane urta mentre si muove, ma col tempo la sua acuità visiva si deteriora, portandolo alla cecità. Ci sono molte cause di distacco della retina. Può trattarsi di un trauma, di ipertensione, di displasia o addirittura di una malattia infettiva.

Continua a leggere:  Lhasa Apso: carattere, educazione, salute, prezzo | Pet Yolo

Glaucoma

Il glaucoma provoca i seguenti sintomi:

  • L’occhio irritato,
  • lacrime,
  • gonfiore agli occhi,
  • dilatazione delle palpebre,
  • Blefarospasmo o ammiccamento frequente delle palpebre,
  • Difficoltà ad aprire le palpebre.

Il glaucoma è dovuto allo scarso drenaggio dei liquidi responsabile dell’aumento della pressione interna dell’occhio. Nella maggior parte dei casi il glaucoma può essere dovuto ad una lussazione del cristallino o ad un’infiammazione oculare.

Lussazione del cristallino

La lente è tenuta insieme da un legamento. Durante la rottura parziale o totale di quest’ultimo, il cane avverte dolori localizzati molto violenti ed è esposto al rischio di glaucoma. La dislocazione del cristallino può essere dovuta a un tumore o addirittura essere di origine ereditaria.

Uveite

È un’infiammazione della zona pigmentata dell’occhio, vale a dire l’uvea. I suoi sintomi principali sono:

  • L’aspetto torbido dell’occhio interessato dovuto all’opacizzazione della cornea,
  • Blefarospasmo,
  • sangue negli occhi,
  • Una miosi, cioè una riduzione del diametro della pupilla.

L’uveite può essere di origine virale, parassitaria o batterica, ma può anche essere una delle conseguenze di una malattia di base.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *