Hot Spot Dog: che cos’è? | Pet Yolo

pfote wunder 2

Hot Spot Dog: che cos’è?

Hot Spot Dog: ci sono molte malattie negli amici a quattro zampe. I problemi con la pelle, ad esempio, di solito non sono molto piacevoli e spesso non sono facili da trattare. Perché soprattutto quando prude e brucia, il cane farà di tutto per alleviare questo disagio. Di conseguenza, spesso lecca incessantemente l’area interessata ed ecco, è sorto un punto caldo.

I punti caldi sono infiammazioni della pelle causate dal leccare o mordicchiare e possono ingrandirsi rapidamente. Di solito hanno una forma rotonda, sono molto rosse e gonfie, pruriginose e secernono una secrezione della ferita dall’odore forte. Naturalmente, questo fa sì che la pelliccia aderisca rapidamente intorno all’area interessata. Le aree comunemente colpite possono essere le gambe, il busto e il collo, le orecchie e il viso e, naturalmente, la schiena.

Cause possibili

Le possibili cause di un punto caldo non potrebbero essere più diverse. Dalle cause fisiche agli squilibri psicologici, tutto può essere un colpevole.

Anche i graffi più piccoli possono far leccare o mordicchiare il tuo cane a questo punto. Se si è spesso in giro per il bosco, anche spine, schegge, ortiche o piccole abrasioni possono indurre il cane a leccarsi le ferite. La toelettatura è importante. Se ci sono grovigli o sporcizia nella pelliccia, può anche svilupparsi prurito. Se il tuo cane ha il pelo più lungo e tu vai dal toelettatore o tagli tu stesso il pelo, anche una piccola lesione della pelle può motivare il tuo cane a leccare quell’area finché non è dolorante.

Altre principali cause di prurito possono essere anche i parassiti. I morsi delle pulci e soprattutto la loro saliva, le zecche, ma anche gli acari sono i primi ad essere citati. In questo contesto, le infezioni dell’orecchio causate dagli acari possono anche portare a prurito e un punto caldo.

Continua a leggere:  Lista di controllo vacanza con il cane | Pet Yolo

I cani a pelo lungo tendono ad essere colpiti più spesso dei cani a pelo corto. I parassiti, ma anche spine o bave, possono insediarsi molto più velocemente nel pelo lungo che in quello più corto. Ma i cani con il pelo più corto non vengono risparmiati. Perché possono anche essere infestati da pulci o acari.

Se il tuo cane ha un’allergia, questo può anche portare a prurito e quindi a fasi di leccamento o mordicchiamento. La pelle è ferita da mordicchiare o graffiare e se il tuo cane non si ferma, quest’area può infiammarsi. Se noti questo, un nutrizionista canino può aiutarti a determinare se il cibo del cane copre adeguatamente tutti i minerali necessari.

I cani più anziani, che tendono ad avere problemi alle articolazioni, possono passare alle fasi di leccamento e mordicchiamento se, ad esempio, c’è dolore alle articolazioni della radice anteriore. Un veterinario o un naturopata animale può aiutarti a scoprire quali cause e approcci hanno senso qui. Oltre ai fattori di salute, vanno menzionati anche i problemi psicologici. I cani che sono poco sfidati e annoiati possono anche scegliere il leccare come alternativa. Anche i cani che soffrono di stress frequenti e molto forti possono sviluppare una vera e propria compulsione a leccare. Un consulente del comportamento del cane può aiutarti a identificare la causa.

opzioni di trattamento

Per trattare correttamente un punto caldo, è importante identificarlo chiaramente e scoprire la causa esatta. Inoltre, quando un follicolo pilifero si infiamma, può provocare un sito infiammatorio. Tuttavia, questo deve essere trattato in modo diverso rispetto a un punto caldo.

Prima di tutto, è importante affrontare il trattamento della ferita. Per questo, la pelliccia nelle vicinanze dovrebbe essere tagliata. In questo modo si possono evitare ulteriori adesioni con la secrezione della ferita. Quindi la ferita deve essere pulita, preferibilmente con una soluzione antisettica. È importante che in questo modo vengano rimossi anche i peli attaccati e le eventuali croste. Tuttavia, non dovresti usare grassi come vaselina o grasso di mungitura per un ulteriore trattamento, poiché chiuderebbero solo la ferita e quindi intrappolerebbero anche i batteri lì. Utilizzare invece preparati o infusi di erbe che possono seccare la ferita e magari aiutare anche contro il prurito. Se il punto caldo ha raggiunto livelli più profondi della pelle, potrebbe essere necessario utilizzare anche un antibiotico. Tuttavia, dovresti parlarne con un veterinario.

Continua a leggere:  Segugio stiriano a pelo duro: carattere, salute, educazione, prezzo | Pet Yolo

Vai a fondo della causa

Naturalmente, non solo il punto caldo stesso deve essere trattato, ma anche le cause. Se i parassiti sono responsabili dell’hot spot, anche loro devono essere trattati. Perché se le pulci non vengono combattute, ad esempio, il cane si leccherà ancora e ancora. Se invece cause psicologiche hanno scatenato la compulsione a leccare, dovrebbe lavorare anche sul problema un consulente comportamentale canino. Questo è l’unico modo per garantire che dopo che il punto caldo è stato trattato, non possa svilupparsi di nuovo. Se il tuo cane ha un’infezione all’orecchio o problemi con le ghiandole anali, che hanno causato l’infiammazione, questi devono essere trattati insieme all’hotspot.

Come posso prevenire un punto caldo?

Sfortunatamente, un punto caldo non può essere evitato al 100%. Ma puoi prevenire molto con un’adeguata cura del pelo, un’attenta osservazione del cane e un controllo regolare del corpo del cane. Ad esempio, i parassiti e le lesioni più piccole possono essere rilevati più rapidamente. Anche controllare regolarmente le orecchie o svuotare le sacche anali se tendono a infiammarsi può essere d’aiuto. Se noti i primi cambiamenti nel comportamento, un addestratore di cani o un consulente del comportamento cinofilo può aiutarti a definirli in modo più preciso e ad elaborare insieme a te le fasi dell’addestramento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *