Quali sono i principali animali della savana africana?

savane afrique 090448

Quali sono i principali animali della savana africana?

La savana è un’area in cui predominano tappeti di erbe alte, alberi e arbusti sparsi, presenti nei climi tropicali.Esiste quindi una savana in Africa al centro della quale si evolve un mix di animali selvatici, erbivori, carnivori, uccelli. Scopriamo le principali specie animali che si possono osservare durante un safari nelle grandi pianure dell’Africa.

Zebra

Le diverse specie di zebre appartengono al genere Equus e alla famiglia Equidi. Si trovano solo in Africa. Riconoscibili tra tutti gli erbivori della savana, le zebre hanno una veste a righe con bande bianche e nere. Questi lividi sono come un’impronta digitale (o un codice a barre), unici per ogni individuo. Identificano ogni zebra. Questi animali hanno una particolarità non sempre ben nota: nascono totalmente neri ed è con il tempo che si formano le strisce, che crescono con l’animale e più è grande più sono numerosi i suoi lividi.

gnu

È un erbivoro ruminante a volte considerato un’antilope. Ne esistono due specie: lo gnu nero (Connochaetes gnu) riconoscibile dalla sua coda bianca e dallo gnu blu (Connochaetes taurinus) la cui coda è nera. Sia fisicamente che comportamentalmente, lo gnu assomiglia al cavallo, all’antilope e al toro. La popolazione indigena apprezza la carne di gnu, ma questo mammifero è cacciato anche da molti predatori come il leone, il licaone, il ghepardo, la iena e il leopardo. E sono i coccodrilli che li divorano quando gli gnu attraversano i corsi d’acqua.

Continua a leggere:  Informazioni e caratteristiche della razza del cane West Highland White Terrier (Westie) | Pet Yolo

La GIRAFE

Giraffa camelopardalis è un vero simbolo della savana africana. È un mammifero ungulato ruminante riconosciuto come il più alto di tutti gli animali dell’era attuale in termini di altezza. La giraffa può infatti raggiungere i 4,60 m per la femmina ei 5,80 m per il maschio. Misure impressionanti! Le sue enormi zampe sono proporzionate al collo. È grazie all’oscillazione di quest’ultimo che la giraffa mantiene l’equilibrio quando galoppa. Ambisce, cioè adotta un particolare atteggiamento ad andatura veloce che consiste nell’avanzare contemporaneamente entrambi gli arti sullo stesso lato (anteriori e posteriori diritte poi anteriori e posteriori posteriori sinistra).

Il bufalo africano

Sincerus caffer è un mammifero ruminante della famiglia Bovidi a volte indicato come il Great Black Savannah Buffalo. Può raggiungere un peso da adulto di 900 kg e le sue corna ricurve rappresentano un’apertura alare di almeno 1,50 m. Lo si vede spesso accompagnato da un airone guardabuoi o anche da un bufago dal becco rosso.

L’elefante africano

Loxodonta è un mammifero che appartiene alla famiglia di Elefantidi e all’ordine di Proboscide. L’elefante è un proboscidato, cioè ha una proboscide. Le diverse specie di elefanti sono, attualmente, gli unici animali al mondo a formare questo ordine. Questi animali sono oggi così minacciati, che si teme la scomparsa totale della specie entro vent’anni perché la loro velocità di estinzione progredisce in modo vertiginoso.

L’ippopotamo

Ippopotamo anfibio è un mammifero erbivoro semi-anfibio che ama le aree boschive così come la savana. Ma si evolve nei settori dove sono presenti punti d’acqua che gli permettono di immergersi fino al tramonto. Ritorna sulla terraferma all’inizio della notte per potersi nutrire di erba poiché questa è la parte principale della sua dieta.

Continua a leggere:  Ritratto della razza tedesca a pelo lungo nella rivista canina | Pet Yolo

Facocero, impala, orice, ippotrago, kudu maggiore e springbok sono altri mammiferi comuni della savana africana. Per non parlare di insetti e altre creature come scorpioni, scarabei stercorari, scatofagi, vespe Ammophila o tarantole.

I predatori della savana africana

I principali predatori che vivono in questa regione del mondo attaccano i ruminanti indipendentemente dalla loro taglia e corporatura. Questi sono tra gli altri:

  • Leone,
  • Ghepardo,
  • il licaone,
  • iena maculata,
  • Il serval o lince maculata,
  • Lo Sciacallo,
  • Il leopardo,
  • Il boa, noto per essere il serpente più grande del continente africano.

I primati della savana africana

  • Il babbuino, sebbene principalmente erbivoro, occasionalmente mangia carne. Questi animali non esitano a raggrupparsi in branchi in caso di pericolo, il che consente loro di attaccare.
  • Lo scimpanzé, noto per la sua sorprendente forza fisica, vive piuttosto nelle zone boscose della savana africana.
  • Il Gorilla, il primate più grande del mondo, genera spesso paura negli esseri umani quando in realtà è un animale molto tranquillo.

I tanti uccelli della savana africana

Il temolo africano, il corso a triplo collare, il biancone, la pavoncella, il marabù, la pavoncella opaca, la pavoncella dalla testa bianca, l’airone guardabuoi, il bucero sudafricano e il bufaga dal becco rosso sono tra gli uccelli che si possono osservare nella savana africana. Sono presenti anche il turaco concolor, il gruccione frontbianca e il gruccione dal collare blu di Bangweulu, l’aquila vociante detta anche aquila pescatrice africana e l’inseparabile di Lilian. Ma non sono gli unici perché l’elenco può essere completato con la spatola africana, il martin pescatore, l’airone golia, la jacana pettodorato, il cucal sopracciglio bianco e l’airone melanocefalo.

Continua a leggere:  Qual è la differenza tra un muflone ​​e uno stambecco?

Per osservare tutti gli animali della savana africana l’ideale è regalarsi un safari con una guida nativa che conosce i segreti di ogni specie e il modo per vederli evolvere rispettando la loro tranquillità pur essendo al riparo dai pericoli.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *