La lastra di cervo: quando, perché, dove osservarla?

brame cerf 083359

Ogni anno la lastra dei cervi è un periodo molto atteso dai cervi e dagli amanti della natura. Settembre è proprio il periodo dell’anno giusto per osservarli e ascoltarli. Ma in quale bosco?

La lastra di cervo: quando, perché, dove osservarla?

Cos’è la lastra?

La lastra è il richiamo emesso dai cervi per attirare l’attenzione delle femmine durante la stagione degli amori. Ma può anche essere un grido di intimidazione rivolto ad altri maschi che sono nei paraggi. Così, quando arriva la stagione degli amori, queste risse dominano la foresta. E per le persone che non ci sono abituate, sono ancora ruggiti piuttosto impressionanti che di solito sono accompagnati da rumori assordanti di colpi di legno.

Capita spesso, infatti, che i cervi si scontrino quando altri maschi estranei al loro gruppo cercano di avvicinarsi alle femmine del loro harem. Lotte fisiche abbastanza speculari che assomigliano a veri e propri balletti e che a volte portano a ferite gravi; per non parlare dell’incessante andirivieni del capo clan per dissuadere i cervi dall’allontanarsi dal branco. Inoltre, a furia di aggrovigliare le loro corna, capita anche che i cervi muoiano di fatica dopo aver compiuto enormi sforzi per liberarsi dall’avversario. Durante tutto questo periodo, questi cervi maschi si sforzano così fisicamente che possono perdere fino al venti per cento del loro peso, precisamente venti chili.

lotta dei cervi

Dove e quando possiamo ascoltare la lastra?

La carreggiata nei cervi inizia generalmente a metà settembre e termina all’inizio di ottobre. Tuttavia, quando le estati sono calde e torride, la stagione degli amori arriva prima. E poiché la durata della fecondità della cerva è molto breve, cioè un giorno, i maschi hanno pochissimo tempo per fecondare le femmine. A tal fine, eccezionalmente i cervi non esitano a uscire dalla loro leggendaria discrezione per esporsi in aree aperte della foresta. Per questo è possibile osservarli facilmente, e questo dal tramonto fino a notte. Inoltre, le foreste per farlo non mancano in Francia. Ma devi ancora conoscere i posti giusti per stanarli.

Continua a leggere:  Balena pilota o balena pilota, un grande cetaceo!

Sologne, Giura, Alpi, Vosgi… Ai quattro angoli della Francia, agenti dell’Ufficio nazionale della caccia e della fauna selvatica, abitanti locali, taglialegna e amanti della natura sono felici di mettersi a disposizione delle persone che vogliono vivere questa esperienza unica. Alcune persone riescono persino a imitare il grido del cervo per invogliarle ad avvicinarsi a vista agli “spettatori”.

Molte foreste hanno appositamente allestito torri di avvistamento e punti di osservazione, tra cui ad esempio la foresta della tenuta di Chambord nel Loir-et-Cher: questo è senza dubbio il luogo più magnifico dove andare ad osservare i cervi durante il periodo della lastra. Anche il Parco Naturale Regionale della Foresta d’Oriente nell’Aube è un luogo molto frequentato per questa attività, con la possibilità di essere accompagnati da guide, così come la foresta di Rambouillet negli Yvelines, per chi vive nella capitale. Richiedi ora: la prenotazione e la registrazione sono quasi sempre necessarie per tutti questi siti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *