Come realizzare una trappola per scarafaggi efficace?

fabriquer piege cafards 083839

Come realizzare una trappola per scarafaggi efficace?

Vettore di agenti patogeni e malattie, lo scarafaggio è uno degli insetti meno amati. Vedere questo animale in casa generalmente suscita disgusto e il primo istinto è quello di scacciarlo il prima possibile. Non c’è bisogno di sovrascriverlo perché un altro riapparirà immediatamente. Lo scarafaggio vive in una colonia, da qui la necessità di affrontare il problema a testa alta. Invece di utilizzare costosi insetticidi chimici, ti offriamo di realizzare trappole per scarafaggi biologico ed efficiente.

Che tipo di animale è lo scarafaggio?

scarafaggio è il nome comune
data agli insetti appartenenti all’ordine Blattoptera (Blattodea) e chiamato anche scarafaggio o scarafaggio. L’animale – solitamente nero o marrone – ha un corpo ovale appiattito che poggia su lunghe zampe spinose. Un paio di ali indurite e lucide (elitre) ricoprono 2 ali membranose. La sua testa sfoggia 2 lunghe antenne filiformi e un apparato boccale da masticare. Ci sono più di 6000 specie di scarafaggi sparse per il mondo. Quelli incontrati in Europa misurano tra 1 cm e 1,5 cm, ma alcuni esemplari (in Madagascar ad esempio) raggiungono quasi… 9 cm! Tra le principali varietà presenti in Franciapossiamo citare:

  • Blatta germanica (Blattella germanica);
  • La blatta americana (Periplaneta americana);
  • Blatta orientale (Blatta orientalis);
  • La blatta striata o fasciata di marrone (Supella longipalpa).

Perché gli scarafaggi entrano in casa?

Gli scarafaggi hanno una dieta onnivoro e come tali, si nutrono di materia vegetale e animale. Poco esigente, l’insetto consuma ciò che trova: farina, pangrattato, verdura, frutta, cibo per animali domestici, ma anche residui di cibo che spargono il pavimento e gli armadi e organismi in decomposizione. La blatta frequenta luoghi bui, caldi e umidi, motivo per cui si avventura soprattutto di notte nel cibo, dietro frigoriferi o forni (se l’insetto si nutre prevalentemente di notte, non è raro vederlo di giorno). Può anche essere osservato nei bagni e nelle lavanderie. L’animale tradisce la sua presenza anche dai resti del suo involucro corporeo dopo una muta, dai suoi escrementi allungati e di colore scuro o da le sue uova. Questi sono contenuti in un sacchetto (ooteca) che sembra una specie di bruco marrone scuro.

Continua a leggere:  Lo zebù, una specie di vacca gobba indiana

Scarafaggi: quali sono i rischi per la salute?

Gli scarafaggi sono considerati insetti dannoso perché è probabile che trasmettano agenti patogeni attraverso le zampe e il guscio su tutte le superfici che toccano: cibo, vestiti, piano di lavoro, lavandino, ecc. Anche i loro escrementi, mute e tracce di saliva sono contaminanti perché sono pieni di batteri, funghi , protozoi e altro parassiti. Non solo gli scarafaggi finiscono per emanare un cattivo odore, ma possono causare eczema e asma in soggetti allergici. L’insetto, invece, può provocare seri problemi di salute in persone fragili (anziani, malati, bambini) trasmettendo condizioni quali:

  • Dissenteria;
  • Gastroenterite;
  • Epatite;
  • infezioni fungine;
  • Tifo ;
  • Malattie parassitarie;
  • Salmonellosi;
  • Tubercolosi.

Come fare una trappola per scarafaggi?

Lo scarafaggio ha la reputazione di essere l’insetto più grande logorante nel mondo perché in grado di adattarsi alla maggior parte insetticidi
sviluppato dall’uomo. Poiché è difficile da superare, non aspettare che la tua casa sia completamente infestata per intervenire. Il commercio offre molti prodotti ma i loro componenti chimici possono essere tossici e nuocere alla salute dell’uomo o degli animali domestici. L’uso di questo tipo di prodotti è sconsigliato, vi consigliamo invece 3 metodi biologici per uccidere gli scarafaggi.

Utilizzo di insetticidi naturali

Ecco 3 prodotti che possono agire come insetticidi naturali per debellare gli scarafaggi:

  • Bicarbonato di sodio. Per questo trucco facile da implementare, mescola l’equivalente di un bicchiere di bicarbonato di sodio con un bicchiere di zucchero. Mettete un po’ di preparato in diverse coppette che posizionerete nei punti di passaggio dell’insetto. Attratti dallo zucchero, gli scarafaggi assaggeranno il composto e il bicarbonato li seccherà fino ad ucciderli;
  • terra di diatomee. Allo stesso modo del bicarbonato di sodio, mescolare lo zucchero con la terra di diatomee (disponibile nella maggior parte dei supermercati) e versare la preparazione nelle tazze. Mettili in luoghi strategici (fuori dalla portata di bambini e animali domestici). L’effetto disidratante sarà fatale per gli scarafaggi;
  • vino dolce. Un’altra tecnica consiste nel versare vino e zucchero in diversi bicchieri che installerete in alto nelle stanze infestate. Attratti dall’odore del vino, gli scarafaggi si arrampicheranno sulle pareti per raggiungere i bicchieri e vi annegheranno. Puoi aiutarli ad alzarsi mettendo degli strofinacci attorno ai bicchieri;
  • Quindi svuota il contenuto nel gabinetto o mettilo nel compost ;
  • Ripetere le operazioni tante volte quanto necessario.
Continua a leggere:  I millepiedi sono pericolosi per l'uomo?

Con nastro adesivo

Procurati un rotolo di nastro adesivo in un supermercato o in un negozio specializzato (garden center, negozi di bricolage). Attenzione, per questo metodo, un adesivo tipo scotch non aderisce abbastanza da trattenere gli scarafaggi (dibattendosi potrebbero scappare). Taglia strisce di varie lunghezze e posizionale trasversalmente in luoghi che gli insetti tendono a frequentare, anche all’interno degli armadi. Chiedi a esca nel mezzo per attirare gli scarafaggi, preferibilmente qualcosa con un forte odore (cipolla, buccia di banana, formaggio, ma anche prosciutto, noci, pane, zucchero, ecc.) Lasciare le trappole per diverse notti in modo che gli scarafaggi vi si attacchino. Quando li getti nella spazzatura, assicurati di sigillare bene il sacchetto in modo che nessun sopravvissuto torni nella tua cucina. Idealmente, dovrebbero essere rilasciati lontano da casa tua, ad almeno 300 metri di distanza.

Con un barattolo scivoloso

Un altro dispositivo efficace per intrappolare gli scarafaggi è prendere un barattolo di vetro e rivestire l’interno con vaselina. Metti un’esca profumata sul fondo del contenitore come una cipolla tritata, pane imbevuto di birra o pezzi di frutta matura. Attratti dall’odore, gli scarafaggi si arrampicheranno e cadranno nel barattolo dal quale non potranno estrarsi a causa del vaselina. Per facilitare la salita dell’insetto, copri l’esterno del contenitore con un panno.

Come prevenire la comparsa di scarafaggi?

Il segreto per tenere lontani gli scarafaggi è tenere sempre la casa Proprio. Con semplici accorgimenti, gli insetti non dovranno più invitarsi a casa tua. Esempi di attività di routine da eseguire:

  • Rimuovere le briciole da pavimenti, piani di lavoro e tavoli;
  • Non lasciare alimenti all’aperto, freschi o sottovuoto (avanzi di pasti, confezioni di biscotti, zucchero, farina, pasta, ecc.);
  • Rimuovi le ciotole non finite dagli animali domestici;
  • Chiudi bene i bidoni della spazzatura;
  • Passa l’aspirapolvere nelle stanze sensibili (cucina e bagno) e in ogni angolo dove potrebbero depositarsi pelle, escrementi ed eventuali uova di scarafaggio. Assicurati di smaltire il sacchetto sottovuoto in un bidone della spazzatura ben chiuso;
  • Pulire le parti con aceto bianco e qualche goccia di olio essenziale: pavimenti, armadi, mensole, dietro il frigorifero e il forno nonché tutti gli elettrodomestici che possono contenere tracce di grasso;
Continua a leggere:  Scoiattolo coreano, ex NAC, ora bandito dalla vendita

Nel caso di invasione, tuttavia, è preferibile rivolgersi a un’azienda di disinfestazione. I suoi tecnici sanno maneggiare con cura i prodotti e individuare nidi e colonie di scarafaggi con specifiche tecniche di rilevazione.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *