Come combattere le talpe: consigli e suggerimenti

lutter taupe 064317

Gli amanti dei giardini lo maledicono per i danni che può arrecare al loro bel tappeto di verde… Responsabile delle zolle di terra sparse qua e là, cacciarlo è una bella sfida! Chi è lei e qual è il suo stile di vita? Come combattere la talpa e i danni che provoca? Ecco alcuni suggerimenti efficaci per raggiungere questo obiettivo.

Come combattere le talpe: consigli e suggerimenti

La talpa: l’introduzione di un parassita invisibile

La talpa è un piccolo mammifero scavatore della famiglia Talpidae, che appartiene all’ordine Eulipotyphles insieme a ricci o toporagni. Senza la coda, il suo corpo misura dagli 11 ai 16 centimetri e pesa tra i 70 ei 130 grammi. Piuttosto associativo, anche aggressivo con i suoi congeneri, li tollera solo durante la riproduzione.

Basta idee sbagliate: la talpa non si nutre di radici. È esclusivamente carnivoro e si nutre prevalentemente di lombrichi, in quantità quasi pari al proprio peso ogni giorno. Se le piace nel tuo giardino, è perché il terreno deve essere fertile e ricco di biodiversità, il che, tra l’altro, è piuttosto un’ottima cosa. I suoi due occhi gli offrono solo una vista debole, sviluppa invece un tatto acuto e un senso dell’olfatto che gli permettono di facilitare l’individuazione della preda.

L’enigma delle talpe

Quello che ci incuriosisce è perché lascia piccole zolle di terra sul suo cammino? La talpa non ha un secondo di tregua. Tutto l’anno è impegnata a scavare gallerie sotterranee fino a due piedi sotto terra. La sua tecnica? Compie movimenti rotatori con il corpo, come l’azione di una trivella, e usa le due zampe anteriori e gli artigli per raschiare il terreno e tirarsi su. Come avrete capito, le piccole zolle di terra sono il risultato dell’evacuazione della terra in eccesso accumulata nella galleria creata. Possiamo dirlo, è un vero “taup’ographer”!

Il vantaggio è che in alcuni casi, quando si forma la galleria sotterranea, i molehills non dovrebbero più apparire. Dopo aver livellato le zolle, si può anche pensare alla convivenza.

La sua azione per la biodiversità

Se la talpa è considerata un parassita dall’uomo, è comunque un piccolo animale estremamente benefattore per la biodiversità. Girando la terra, aera il terreno e porta in superficie gli elementi più profondi. Se le sue gallerie si troveranno generalmente a una quindicina di centimetri sottoterra, a volte possono scendere fino a 150 centimetri. Pertanto, facilita la vita di molte piante e favorisce lo sviluppo di animali come le farfalle, ad esempio, e i funghi.

Alcuni consigli per combattere efficacemente le talpe

Scopriamo le piramidi di terra la mattina presto, molto amichevolmente presentate da questo piccolo furfante che non punterà la punta del naso fino alla notte successiva. È chiaro che è ora di farla finita. Il mercato anti-talpe rappresenta 10 milioni di euro in Francia. Questo significa tutti i metodi possibili e immaginabili che è possibile trovare sul mercato. Solo che la loro efficacia sulle talpe sarebbe stimata solo intorno al 7%, ma d’altra parte è davvero un rischio del 100% per l’uomo e per la biodiversità presente nel suolo. Uscite dunque dai prodotti e dalle invenzioni tutte più pericolose delle altre, e fate spazio a buoni consigli naturali.

  • Suggerimento n. 1: rastrella e ancora rastrella. La talpa crea un molehill portando in superficie il terreno in eccesso. Rastrellando, la talpa viene disturbata per costruire la sua galleria, e questo a volte può essere sufficiente per rimuoverla (forse presso un vicino più conciliante…);
  • Suggerimento 2: pianta erbe o piante di talpa. Ogni animale è sensibile a determinati odori, il che rende possibile cacciarli in modo del tutto naturale. La talpa non apprezza la fritillaria, il giacinto, l’aglio, il sambuco e persino l’euforbia che è un’erba talpa. Il loro stelo contenente lattice corrosivo brucia il naso della talpa. Disponendoli verso la zona dove evidentemente si è stabilita, questo dovrebbe naturalmente spingerla altrove;
  • Suggerimento n°3: Usa la torta di ricino. Questo concime naturale al 100% viene utilizzato come condimento di fondo, sia sul prato che nell’orto. Respinge efficacemente talpe e insetti;
  • Suggerimento n°4: Avere dispositivi ad ultrasuoni solari. Sebbene la loro efficacia non sia rivoluzionaria, hanno il vantaggio di non danneggiare l’ambiente. Gli ultrasuoni verrebbero percepiti dalla talpa, che la spingerebbe ad allontanarsi per ritrovare conforto.
Continua a leggere:  Come fare il bagno correttamente a un cane: i migliori consigli di un toelettatore professionista | Pet Yolo

Tutti questi trucchi sono naturali e questo è importante. Innanzitutto perché la talpa è un animaletto innocuo che caccia molti parassiti del giardino. Poi perché l’uso di sostanze chimiche altera il suolo e la biodiversità che vi si sviluppa, e non hanno dimostrato una reale efficacia. Sarà meglio preferire questi metodi per cacciare la talpa, piuttosto che volerla eliminare a tutti i costi.

Lo sapevate ? Aneddoto del re talpa

Ognuno di voi visualizza i giardini della Reggia di Versailles? In caso contrario, prenditi il ​​tempo per una rapida ricerca su Internet. Possiamo facilmente immaginare che sia inconcepibile permettere alle talpe di invadere e devastare queste magnifiche distese di verde. Tuttavia, non si tratta di utilizzare e abusare di sostanze chimiche per mostrare con orgoglio questo paesaggio. Per rimediare al problema, sapevi che la Reggia di Versailles impiega un molestatore a tempo pieno? Una talpa, sì. Sarà piuttosto raro imbattersi in un’offerta di lavoro del genere, eppure è una professione riconosciuta per le sue pratiche naturali e altamente efficaci per rimuovere le talpe. La talpa è soprattutto un’amante della natura!

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *