Xerus o ratto chiromante, roditore africano che vive in colonie

xerus 062801

Il ratto xerus o chiromante è un roditore originario dell’Africa. A differenza del cugino scoiattolo, questo piccolo mammifero non si arrampica sugli alberi ma tiene sempre i piedi per terra. Animale gregario, si evolve all’interno di colonie che condividono una tana collettiva. Ritratto.

Xerus o ratto chiromante, roditore africano che vive in colonie

Xerus, un parente stretto dello scoiattolo

Lo xerus o ratto delle palme è un piccolo mammifero appartenente all’ordine Rodentia (roditori) e alla famiglia Sciuridae che comprende anche scoiattoli comuni. Il genere xerus – detto anche scoiattolo delle tane o scoiattolo delle palme – comprende le seguenti specie:

  • Xerus erythropus, particolarmente presente in Africa occidentale (Marocco, Mauritania, Senegal, Etiopia, Uganda, ecc.);
  • Xerus inauris, o scoiattolo scavatore del Capo, è endemico dell’Africa meridionale (Sud Africa, Botswana e Namibia);
  • Xerus rutilus, o ratto delle palme pallide, nell’Africa orientale.

Xerus: una coda lunga quanto il suo corpo

Il ratto xerus o chiromante ha una folta pelliccia di colore uniforme dal marrone chiaro al marrone scuro, a seconda della regione. Corto sul corpo e folto sulla coda, il suo mantello sfoggia un colore che si confonde con quello del terreno. Una striscia longitudinale bianca corre lungo i suoi fianchi – dalla spalla alla groppa – mentre una linea più sottile incornicia i suoi grandi occhi. Il ventre è grigio o biancastro e la coda frangiata di nero, bianco e marrone. Con la sua testa arrotondata e il muso lungo, lo xerus assomiglia al suo cugino scoiattolo, ma si differenzia per le orecchie minuscole, quasi invisibili. A seconda della specie, il ratto chiromante pesa tra 300 ge 1 chilo, misura tra 22 e 30 cm e la sua coda, grande quanto il suo corpo, mostra una lunghezza da 18 a 28 cm.

Continua a leggere:  La tigre, carnivoro emblematico: dove e come vive?

La tana ben tenuta del ratto delle palme

Come visto in precedenza, le varie specie di xerus occupano diverse regioni del continente africano. Il loro habitat vario comprende savana, boschi aperti, foreste, semi-deserti e ambienti aridi. Il roditore dorme in una camera principale posta in fondo a una tana con molteplici gallerie e ingressi che ha scavato usando i suoi lunghi artigli ricurvi. Il suo posatoio poco profondo si trova solitamente nelle radici di un cespuglio e adorna il terreno con erbe secche e ramoscelli. Succede che lo sciuride ostruisca l’accesso alla sua abitazione con la terra per poter dormire in tutta sicurezza. Sedentario e casalingo, l’animale ha molta cura della sua casa che mantiene regolarmente, soprattutto dopo il maltempo per sgomberare gli accessi.

Xerus, particolarmente frugivoro e insettivoro

Xerus è una specie onnivora, cioè si nutre di cibi di origine vegetale e animale. La sua dieta varia comprende germogli, radici, fogliame, frutti trovati sul terreno, steli, tuberi (patata dolce, manioca, igname), cereali (mais), arachidi, noci e altre varietà di semi. Il Palm Rat consuma occasionalmente insetti, uova, piccoli uccelli e lucertole. Per l’aneddoto, lo xerus usa la coda come parasole quando cerca il cibo sotto un sole cocente.

Il topo chiromante, a suo agio sulla terraferma

Nonostante la somiglianza e la parentela con lo scoiattolo, lo xerus non è una specie arborea e vive esclusivamente a terra. Come i suricati, può stare sulle zampe posteriori per osservare l’orizzonte. Capace di rilevare i predatori tramite segnali olfattivi, il ratto delle palme fiuta gli escrementi sparsi sul suo cammino ed esplora con grande cura la sua zona di alimentazione. In caso di minaccia, la sua prima reazione è rifugiarsi nella sua tana. Se la sua tana non si trova nelle vicinanze, il roditore arruffa la coda, rilascia gli artigli ed emette una serie di grida lancinanti volte a intimidire l’aggressore. Se le popolazioni locali dell’Africa gli attribuiscono un morso velenoso, in realtà sono gli streptococchi contenuti nella sua saliva che possono provocare gravi infezioni batteriche.

Xerus vita comunitaria

Il ratto delle palme è una specie molto socievole che si evolve all’interno di colonie fino a trenta individui. Devi sapere che al di fuori della stagione riproduttiva i maschi vivono da soli mentre le femmine e i piccoli stanno insieme. I membri della tribù condividono tane collettive costituite da estese reti di gallerie. Questo animale gregario accetta senza batter ciglio la vicinanza di altri roditori come i suricati. Strettamente diurno, lo xerus parte ogni mattina in cerca di cibo ma difficilmente si allontana dalla sua tana, pronto a rifugiarsi lì al minimo pericolo. Durante questo periodo, una sentinella protegge il territorio e dà l’allarme con fischi acuti. Una volta soddisfatto, il mammifero trascorre generalmente il pomeriggio a prendere il sole, a pulirsi prima di tornare nella sala comune per passare la notte.

Continua a leggere:  Capibara, il più grande roditore

Xerus: maturità rapidamente acquisita

L’accoppiamento di Xerus avviene durante tutto l’anno con un picco osservato in inverno. Al termine di un periodo di gestazione da 64 a 78 giorni, la femmina Xerus eritropo partorisce da 1 a 2 piccoli. Nello scoiattolo scavatore del Capo (Xerus inauris), la gestazione dura meno (dai 42 ai 49 giorni) e la cucciolata può avere 4 piccoli. Ciechi e nudi alla nascita, i neonati aprono gli occhi 1 mese dopo essere venuti al mondo. Rimangono nella tana per 1,5 mesi e vengono svezzati dopo 52 giorni. Assente nelle femmine, nei maschi si stabilisce una gerarchia sociale in base alla loro età. Così il giovane, raggiunta la maturità sessuale (circa 6 mesi), lascia il seno familiare mentre la giovane femmina rimane nella tribù. Cacciato da sciacalli, gatti selvatici e rapaci, il roditore africano ha un’aspettativa di vita di circa 10 anni.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *