La lontra: come e dove vive? Tutto sulla lontra

loutre 1 085135

La lontra: come e dove vive?  Tutto sulla lontra

A lungo considerata un animale fastidioso, la lontra è ora protetta. Fortunatamente è ancora possibile osservarlo in alcune regioni del nostro Paese, ma il numero delle lontre europee è notevolmente diminuito.

Lontra europea: caratteristiche

La lontra appartiene alla famiglia di Mustelidi. Il nome lontra si riferisce a mammiferi carnivori di cui esistono diverse specie. Si tratta quindi di una sottofamiglia. La lontra, lutrinae, è un animale solitario, discreto e di piccole dimensioni la cui aspettativa di vita, che può variare dai 5 ai 10 anni, varia a seconda delle sue condizioni di vita. In cattività, tuttavia (parchi animali, zoo), è comune che una lontra raggiunga l’età di 20 anni.

Nel genere lutra, ci sono tre specie di lontra. La più conosciuta alle nostre latitudini è la lontra europea, lutra lutra. È anche chiamata lontra comune. Questo mammifero carnivoro prevalentemente notturno è anche semi-acquatico.

La lontra europea ha un corpo molto allungato che misura al massimo una trentina di centimetri al garrese e pesa tra i 6 e i 15 kg. La lunghezza di una lontra comune è di circa 120 cm, cioè 80 cm per la testa e il corpo e 40 cm per la coda. Quasi 80.000 peli corti e lunghi per cm² compongono la sua magnifica pelliccia marrone. Questo è setoso, ben brillante e impermeabile. Ciò consente a questo piccolo carnivoro di trascorrere molto tempo in acqua. I piedi di lontra sono palmati.

Dopo aver raggiunto la riva, si asciuga i capelli rotolandosi nell’erba. Grazie ai luoghi di resui che così forma, è possibile per un occhio informato individuare il suo luogo di passaggio poiché le alte erbe sono distese.

La lontra appartiene alla famiglia dei Mustelidi.

Habitat comune della lontra

La lontra può essere trovata fino a un’altitudine di 1.300 m. Il suo habitat è una catiche, termine tratto dal vocabolario locale del Nord del nostro territorio che designa le cave sotterranee. Questa tana può essere posizionata nel cavo di un albero o scavata su un argine. La lontra a volte si insedia anche nella tana scavata da un animale di specie diversa. Segna il suo territorio che può facilmente misurare 4 km² con la sua urina e i suoi épreintes (escrementi).

La lontra, mammifero prevalentemente piscivoro

Si nutre principalmente di pesce, motivo per cui si dice che la lontra sia un pescivoro. Anguille, spinarelli e trote costituiscono molti dei suoi pasti. Ma mangia anche insetti, gamberi, bacche, rane e altri batraci. Quando i suoi cibi preferiti finiscono, si rivolge a certi roditori e può persino catturare uccelli.

lontra che nuota

Riproduzione della lontra europea

La lontra raggiunge la maturità sessuale al più presto a 2 anni e al più tardi a 3 anni. Il maschio e la femmina di solito si accoppiano nelle paludi o nell’acqua del fiume. Dopo 60 giorni di gestazione, la femmina partorisce al massimo tre cuccioli. Quindi allatta i suoi bambini. Diventano indipendenti tra 6 mesi e 1 anno e mezzo.

Dove trovare la lontra in Francia?

La lontra un tempo condivideva con il castoro le sue aree naturali preferite. Ma sono quasi del tutto scomparse in certi areali, tanto da essere oggetto di programmi volti alla loro tutela e talvolta anche in vista della loro reintroduzione. Per fortuna, inoltre, perché un tempo era classificato come parassita. Oggi è elencato come specie del patrimonio ed è protetto in Francia dal 1981.

Negli anni 1900-1905 le lontre presenti sul nostro territorio nazionale erano 50.000, mentre erano solo mille 40 anni dopo, numero che da allora è aumentato notevolmente, ma in proporzioni molto ridotte. Di conseguenza, nel nostro Paese, la lontra comune non è più presente su tutto il territorio. Le sue principali aree di distribuzione sono solo la costa atlantica, il Massiccio Centrale, il Périgord e la Bretagna.

Continua a leggere:  Informazioni e caratteristiche sulla razza canina Shiba Inu | Pet Yolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *