Sverminare il gatto: come funziona | Pet Yolo

wurmkur katze

Sverminare il gatto

La sverminazione del gatto è consigliabile per due motivi: in primo luogo, si desidera risparmiare all’animale l’infestazione da parassiti e i problemi associati. D’altra parte, serve anche a mantenere la propria salute. Perché molti vermi possono anche essere trasmessi dai gatti all’uomo e talvolta sono pericolosi. Questi includono, ad esempio, nematodi e tenie. Se condividi lo spazio abitativo con un gatto domestico, dovresti garantire una buona profilassi antiparassitaria. Ciò è particolarmente importante per le famiglie con bambini, anziani, donne incinte e altre persone che hanno un sistema immunitario indebolito. Ma quanto spesso il tuo gatto ha davvero bisogno di essere sverminato? Quando puoi risparmiarti il ​​trattamento contro i vermi?

rilevare l’infestazione da vermi

Non è facile capire se il tuo gatto ha dei parassiti. I vermi vengono escreti nelle feci solo in casi estremamente rari e per lo più gravi. E alcuni sono così piccoli che difficilmente li vedresti ad occhio nudo. Sebbene le uova del parassita vengano regolarmente emesse dai gatti infetti, anch’esse non possono essere rilevate senza un microscopio. Tuttavia, ci sono alcune indicazioni di una possibile infestazione da vermi. Questi includono diarrea ricorrente, perdita di peso e stomaco dall’aspetto gonfio. Molto importante: i gatti colpiti possono mostrare questi sintomi, ma non è necessario! Spesso non ci si accorge affatto degli animali eppure sono sverminati. Questa circostanza giustifica regolari esami fecali e sverminazione. Anche nei gatti senza sintomi.

Sverminazione o esame delle feci?

Molti proprietari temono che i vermi appesantiscano inutilmente l’organismo del loro gatto. Inoltre, la sverminazione non necessaria dovrebbe essere evitata in modo che la popolazione del parassita non diventi resistente al farmaco di aiuto. Si raccomanda pertanto un regolare esame delle feci. Per questo è necessario raccogliere una piccola quantità di feci di gatto. Puoi quindi darli al tuo veterinario. Lì viene esaminato al microscopio o trasmesso a un laboratorio specializzato. Se le uova di verme vengono trovate nelle feci, è probabile che il tuo gatto abbia i vermi. Quindi dovresti sverminarli con un mezzo adatto. Sfortunatamente, se durante l’esame non vengono trovate uova, ciò non garantisce che il tuo gatto non sia infestato. Molti parassiti non depongono sempre le uova. È quindi possibile che nel frattempo il tuo gatto non abbia espulso, ma sia ancora sverminato. C’è un modo semplice per aumentare l’affidabilità dell’esame: le feci dovrebbero essere raccolte nell’arco di 3 giorni. In questo modo, i parassiti che depongono le uova meno frequentemente hanno maggiori probabilità di essere rilevati.

Continua a leggere:  Oltre 150 fantastici nomi di gatti per il tuo bel felino

A causa del piccolo fattore di incertezza durante l’esame delle feci, in alcuni casi può anche avere senso sverminare direttamente. Dovresti prendere questa decisione insieme al veterinario curante. Dopo la sverminazione è consigliabile effettuare un esame di controllo delle feci. In questo modo è possibile monitorare il successo della misura.

Sverminazione gatti: quando e quanto spesso?

Questo deve essere deciso individualmente. Ad esempio, se il tuo gatto è un gatto all’aperto gioca un ruolo importante. Perché allora è più probabile che mangi un topo infetto. Devono essere prese in considerazione anche l’età e la dieta dell’animale. Se ha contatti con molti suoi simili (ad esempio in un allevamento), anche questo aumenta il rischio. Un gatto indoor puro, invece, è meno a rischio. È anche rilevante quali persone hanno contatti con il tuo gatto. Le persone con un sistema immunitario indebolito, così come le famiglie con bambini, gli anziani e le donne incinte che vivono con i gatti, devono prestare particolare attenzione. Qui dovrebbe essere sverminato o esaminato più spesso.

A seconda del rischio, gli intervalli per la sverminazione o il test fecale dovrebbero essere impostati in modo diverso. Per i gatti a minor rischio è sufficiente farli visitare 1-2 volte l’anno e sverminarli con un prodotto idoneo. Tuttavia, se il pericolo è grande, dovresti far esaminare o sverminare un campione di feci ogni 4 settimane. All’inizio sembra molto. Sfortunatamente, al momento non esistono preparati che prevengano in modo affidabile l’infestazione da vermi. L’unica opzione rimasta è un trattamento rapido. Dopo la sverminazione, il gatto è privo di vermi. Tuttavia, può essere immediatamente reinfettato in seguito. E dall’ingestione di uova o larve infette, il gatto impiega solo 4 settimane per ricominciare a nutrire vermi adulti. Questo breve ciclo si verifica, ad esempio, nelle specie di vermi che diventano pericolose per l’uomo. In casi estremi, il tuo amico a quattro zampe espellerà di nuovo uova infette poco meno di un mese dopo l’ultimo trattamento contro il vermifugo. Questo spiega perché intervalli molto brevi possono effettivamente avere senso per i “pazienti a rischio”.

Naturalmente, ogni proprietario di un gatto deve decidere da solo a quale rischio può e vuole esporsi. Se non sei sicuro, il tuo veterinario può consigliarti.

Continua a leggere:  I cani possono mangiare la menta piperita? Non proprio ed ecco perché | Pet Yolo

Per favore sii paziente. Il controllo rapido si sta caricando…

Dove puoi trovare i vermifughi?

I vermifughi sono farmaci da prescrizione in Germania e possono quindi essere ottenuti solo da un veterinario. Sono disponibili, ad esempio, in compresse, pasta o spot-on. Ancora e ancora, vengono mostrati vari altri modi per sverminare con i rimedi casalinghi. L’efficacia di tali metodi non è stata scientificamente provata ed è quindi discutibile. Ma ci sono certamente alcuni buoni modi per migliorare la salute dell’intestino e quindi la resistenza del tuo gatto alle infezioni parassitarie.

Proteggi la tua salute

Ci sono una serie di cose che puoi fare per proteggere la tua salute oltre alle misure preventive di cui sopra. Mantenere una buona igiene. Se mantieni la lettiera e le aree di riposo del tuo animale domestico accuratamente pulite, hai già ottenuto molto. Anche il lavaggio regolare delle mani riduce il rischio di infezione. Soprattutto i bambini piccoli mancano ancora di consapevolezza dell’igiene. Questo non è l’unico motivo per cui dovresti tenerli d’occhio quando hai a che fare con gli animali e, se possibile, impedire loro di mettersi le dita in bocca dopo un intenso contatto con gli animali.

Elementi essenziali per la sverminazione nei gatti

Quando si tratta di sverminare, puoi seguire una semplice regola empirica: quanto necessario e il meno possibile. Devono essere evitate inutili sverminazioni. Tuttavia, gli escrementi devono essere controllati regolarmente e, se necessario, sverminati per garantire la salute del gatto. Questo protegge la tigre domestica da una malattia più grave e anche la tua stessa salute. In base al rischio individuale, il veterinario può stabilire intervalli in cui le feci devono essere esaminate o sverminate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *