Razione domestica per cani: di cosa stiamo parlando? Quanto ?

ration menagere 113305 1200 738

Sempre più proprietari di cani mettono in discussione gli alimenti industriali, il cui prezzo sta esplodendo come la curva delle malattie metaboliche e dei tumori! Da lì alla creazione di un collegamento di causa ed effetto, c’è solo un passo… che alcuni fanno girandosi verso a il cibo che considerano più naturale, la razione domestica.

Allora qual è esattamente la razione domestica? Quanto dare al tuo cane e in che forma? Spiegazioni.

La razione domestica non è costituita dagli avanzi della tavola

Contrariamente a quanto potrebbe suggerire il nome, la razione domestica non consiste nel dare al cane gli avanzi del suo pasto. Se questo è stato fatto per molti anni fino alla fine del XX secolo, quando il cane venne adottato per la sua funzione utilitaristica, oggi viene evitato. In effetti, il nostro cagnolino è diventato un membro della nostra famiglia. Ci pensiamo noi! Tuttavia, molti alimenti destinati all’uomo si rivelano tossici per i nostri compagni. Le cipolle, ad esempio, o il cioccolato, l’uva, i porri… possono portare a conseguenze drammatiche. Più, i nostri bisogni nutrizionali non sono affatto uguali a quelli del nostro carnivoro domestico. Gli avanzi della tavola causavano quindi numerose carenze (o eccessi), perché non soddisfacevano i bisogni dell’animale. Non stiamo parlando di condimenti e spezie diverse che utilizziamo quotidianamente e che non sono compatibili con il sistema digestivo del cane. La noce moscata e il peperoncino, ad esempio, sono molto irritanti. Il sale, se troppo per un cane, può causare avvelenamento. La razione domestica (o RM in gergo) è quindi una composizione pesata e ponderata, generalmente bilanciata da un nutrizionista veterinario. Viene calcolato in base alla taglia dell’animale, al suo stato di salute generale, alla sua attività fisica. Consiste in cucina te stesso per il tuo cane, con prodotti selezionati e crudi, per evitare cibi industriali e ultra-processati. Il metodo consente di mantenere il controllo su ciò che consuma l’animale e di optare per prodotti più sani, di cui si conosce l’origine. Richiede un po’ di tempo, anticipazione e conoscenza.

Come ottenere una razione familiare equilibrata?

È essenziale che il tuo cane veda un nutrizionista veterinario di cui ti fidi in modo che possa valutare il peso, la salute e tutto il resto del tuo animale domestico. Non possiamo stabilire una ricetta universale per tutti i soggetti. Il cibo è un sottile equilibrio dipende da ogni individuo e dal suo contesto di vita.

In generale, la razione domestica dovrebbe includere:

  • Una buona parte di incontrare i pesci cotto per l’apporto proteico che soddisfa i bisogni di un carnivoro
  • Una porzione di verdure per fibrevitamine e minerali
  • Un po’ d’olio, per gli acidi grassi essenziali. L’olio animale è più adatto alle loro esigenze, ma alcuni veterinari lo sostituiscono con olio di colza (più economico e contenente i giusti acidi grassi)
  • Delle integratori alimentari sotto forma di polvere per fornire ulteriori vitamine e minerali. Gli alimenti, infatti, li perdono durante la cottura, ecco perché è fondamentale inserirli. Questo vale anche nella produzione delle crocchette: i produttori aggiungono vitamine e minerali.
  • Alcuni professionisti lo consigliano riso extrama la controversia sull’opportunità o meno di aggiungere cereali e amidi ha portato alcuni proprietari a toglierlo dalle ciotole.
  • Di tanto in tanto, un uovo fresco crudo completa la ciotola.

Alla fine, la razione dovrebbe consistere inuna grande porzione di proteine, essenziale per il mantenimento dei muscoli e il funzionamento generale del corpo canino. Deve anche includere lipidi, fonti di energia utili alla salute della pelle e dei capelli. Contiene alcuni carboidratianche fornitori di energia, ma da controllare per evitare malattie patologiche e sovrappeso, nonché vitamine e mineraliessenziale per la buona salute generale dell’animale.

IL il peso medio di una ciotola giornaliera corrisponde a circa il 2-3% del peso dell’animale. Così, un cane di 20 chili in buona salute, senza sovrappeso né magrezza né attività fisica intensa, consuma generalmente da 400 a 1.200 grammi di cibo, ovvero una ciotola al mattino da 200 a 600 grammi e un’altra alla sera dello stesso volume. Per un cane di 5 chili ciò significa ciotole giornaliere da 100 a 300 grammi circa (ovvero, in due porzioni, da 50 a 150 grammi).

Questi valori sono solo medie e dipendono molto dall’energia spesa dal tuo cane. Tuttavia, ciò dipende dal suo metabolismo, dalla sua attività e da fattori individuali. Pertanto, è necessario un passaggio a tale dieta monitoraggio molto vigile dell’evoluzione del peso dell’animale. Pesarlo una volta alla settimana è necessario per garantire che la quantità fornita sia adeguata alle sue esigenze.

Qual è la differenza tra MR e BARF?

Se RM e BARF rispondono entrambi alla ricerca di alimenti più naturali e più sani, i due metodi presentano differenze, sia nella scelta degli ingredienti che nella modalità di preparazione.

La razione domestica utilizza ingredienti cotti e integratori alimentari. Offre molta flessibilità nella scelta degli alimenti inseriti nella ciotola e può adattarsi alle preferenze e alle esigenze dell’animale.

Al contrario, BARF, o Biologically Appropriate Raw Food, promuove una dieta cruda, basata sull’idea che i cani dovrebbero mangiare come in natura o come i loro antenati non addomesticati. La composizione è quindi fatta non solo di carni crude, ma anche di ossa carnose, carni, verdure e frutta. Il cibo è pensato per essere ancora più naturale e ricorda le prede che i cagnolini consumano nella loro vita selvaggia. La BARF richiede a pianificazione rigorosa e conoscenza approfondita delle esigenze canine. In assenza di integratori alimentari l’equilibrio è ancora più attento. Inoltre, la conversazione e le condizioni igienico-sanitarie devono essere perfette a causa dei rischi batteriologici legati alla manipolazione della carne cruda.

La BARF è quindi una dieta più istintiva che richiede un livello di conoscenza ancora maggiore. Spesso i proprietari iniziano con RM prima di passare al BARF.

Quali errori evitare quando si passa alla MR?

Il passaggio alla razione domestica richiede diversi aggiustamenti. Come indicato in precedenza, il il monitoraggio della curva del peso è essenziale per evitare di dare troppo o troppo poco. Questo perché le raccomandazioni si basano su valori medi e non sui bisogni del tuo cane.

Successivamente è indispensabile preparare le razioni utilizzando a bilancia da cucina. Non è possibile preparare un pasto “a braccio”. Rischiamo allora di sbilanciare la ciotola che diventerà troppo ricca o troppo carente e potrà avere conseguenze sulla salute del cagnolino.

Alcuni alimenti sono tossici e dovrebbero essere evitati, come cipolle e uva, tra gli altri. Una elenco degli alimenti consentiti deve essere collocato in modo accessibile in cucina e consultato regolarmente per non discostarsi da esso.

È anche essenziale passare attraverso una transizione dietetica. Se infatti il ​​vostro cane è abituato alle crocchette, i tempi di digestione e la flora intestinale non sono gli stessi di una razione domestica. Un cambiamento improvviso rischia di causare diarrea o stitichezza. Ciò potrebbe farti tornare al suo schema alimentare precedente, poiché considererai il tuo animale domestico intollerante al nuovo cibo. Tuttavia, il problema deriverà solo da un cambiamento troppo rapido. Spesso il cane viene tenuto a digiuno per 24 ore prima di modificare la dieta.

Finalmente, il piano alimentare deve essere validato dal veterinario di cui ti fidi per garantire che i bisogni nutrizionali del tuo cane siano soddisfatti. Un errore può avere gravi conseguenze sulla salute.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della RM?

Il vantaggio principale è che il proprietario mantiene il controllo sulla qualità degli ingredienti. Conosce la loro origine, la loro freschezza. Gli ingredienti possono anche essere locali. Sono sempre di qualità migliore rispetto agli scarti industriali e ai sottoprodotti trasformati in crocchette. Il loro valore nutrizionale è spesso più elevato. Puoi anche personalizzare la ciotola del tuo cane mentre crocchette e paté sono universali, anche se il marketing di segmentazione suggerisce che alcuni sono più specifici di altri (e questo è il caso solo di alcuni di essi). Per il animali domestici con allergie, ad esempio, è quindi una soluzione adatta. Infine, MR offre a varietà di gusti e ingredientisapori e consistenze, che potrebbero piacere ad alcuni cani.

D’altra parte, MR presenta alcuni difetti. In primo luogo, è necessaria la conoscenza per evitare qualsiasi carenza o eccesso pericoloso per l’animale. Richiede anche un certo disponibilità alla preparazione e all’anticipazione, sia nella spesa, nella preparazione dei pasti e nella conservazione degli alimenti. Deve essere fresco e deve essere preparato quotidianamente o al più presto 24 ore prima, anche durante le feste, anche quando si è stanchi, anche quando non si ha voglia di preparare il pasto! La famosa domanda “cosa mangiamo stasera” è abbinata a “cosa mangia stasera il cane”! Finalmente, il costo è spesso più alto. Tra le cotolette di pollo accompagnate da zucchine fresche e una confezione di crocchette, la differenza può essere notevole, soprattutto quando si scelgono prodotti di qualità. Tuttavia, optare per ingredienti a basso costo fa perdere interesse a RM, che si oppone proprio alle crocchette di cui vogliamo evitare gli ingredienti di fascia bassa.

La razione domestica è quindi un ottimo metodo di alimentazione a condizione che tu sia addestrato alle esigenze nutrizionali del cane, accetti di dedicare tempo e budget aggiuntivi al tuo animale e scegli ingredienti di qualità. In tutti i casi è importante l’occhio di un veterinario di fiducia per accertarsi che la ciotola venga riempita a regola d’arte.

Di Emma Ménébrode – Pubblicato il 24/03/2024

Author

Continua a leggere:  Lowchen nel ritratto di razza | Pet Yolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *