Obesità nel cane: quali sintomi? Quali rischi? Quale dieta?

chien obese 085936 650 400

Il cibo spazzatura provoca nell’uomo il sovrappeso, chiamato più semplicemente obesità, con le sue ben note conseguenze sui problemi di salute più o meno gravi che ne derivano. Purtroppo il problema è lo stesso con i cani.

Infatti, i negozi di animali sono pieni di dolcetti di ogni tipo che potresti essere tentato di dare troppo spesso e in quantità eccessive al tuo cane. Inoltre, anche gli alimenti industriali dei nostri animali domestici (crocchette o paté) sono diventati molto più ricchi di grassi e zuccheri. Dobbiamo quindi essere molto attenti al cibo che diamo ai nostri cagnolini se vogliamo mantenerli in salute.

Cos’è l’obesità? Quali sono i rischi per il cane?

Per definizione, l’obesità è una malattia che viene diagnosticata nei cani quando raggiungono un surplus pari al 10% del loro peso ideale. Questo eccesso di peso non è una malattia da prendere alla leggera, poiché può portare a molti problemi di salute più o meno gravi:

  • diminuzione dell’aspettativa di vita fino a due anni,
  • problemi respiratori,
  • problemi a spostarsi,
  • problemi di cuore,
  • problemi articolari come l’artrosi causati dal peso eccessivo che gli arti devono sopportare,
  • problemi di digestione, che possono causare stitichezza, flatulenza troppo frequente rispetto al normale o, al contrario, diarrea troppo frequente,
  • bassa tolleranza al calore, esaurimento del cane troppo rapidamente,
  • sistema immunitario meno efficiente, rendendo il cane più suscettibile alle infezioni,
  • probabilità di sviluppare tumori più grandi,
  • alta probabilità di sviluppare il diabete mellito.
Continua a leggere:  Prevenire l'intossicazione da acqua nei cani Pet Yolo

Come hai visto, sono molti i problemi che possono essere collegati all’obesità. È quindi importante sapere come rilevarlo quando il cane ha raggiunto un peso critico, ma soprattutto sapere determinarne la causa.

Le cause dell’obesità nel cane: da dove nasce questa malattia?

Come puoi immaginare, la causa principale dell’obesità nei cani è la loro dieta. Quando si ama il proprio cane, spesso si vuole accontentarlo, dandogli troppo spesso i suoi bocconcini preferiti, o addirittura facendogli mangiare più della razione giornaliera indicata sulla sua confezione di crocchette, portandolo irrimediabilmente al sovrappeso a lungo termine.

Alcune persone tendono anche a dare al proprio cane fine pasto, formaggio o qualsiasi altro cibo umano, senza rendersi conto delle conseguenze. È bene sapere che l’alimentazione umana è estremamente ricca, un pezzo di formaggio per un cane di 5 kg ad esempio, equivale per noi a mangiare il formaggio intero. È molto importante capire che non c’è niente di peggio nell’obesità che nutrire il tuo animale domestico come un essere umano. È quindi fondamentale alimentarlo con una dieta a lui destinata. L’obesità, però, non è dovuta solo a un problema alimentare.

In effetti, il sovrappeso si sviluppa quando il cane consuma più energia di quanta ne spenda. Naturalmente, tutte le razze sono diverse, e alcune hanno maggiori probabilità di altre di diventare obese, come il Labrador, il Cavalier King Charles o anche il bulldog (francese, inglese o americano), ma tutte le razze hanno probabilità di diventare obese. se non stai attento

Per evitare un possibile sovrappeso, sarà necessario far svolgere al cane un’attività fisica regolare, adattandola alla sua morfologia, perché un carlino naturalmente non potrà fare la stessa quantità di esercizi di un pastore tedesco, ad esempio.

Continua a leggere:  Da cane problematico a cane modello | Pet Yolo

Altri fattori potrebbero favorire l’aumento di peso. La sterilizzazione, ad esempio, sia nel maschio che nella femmina, tende a far ingrassare l’animale, anche a parità di razione giornaliera e di crocchette identiche. Infatti, l’assenza di ormoni sessuali dovuta alla sterilizzazione riduce drasticamente il consumo energetico, parte dei grassi ingeriti che prima venivano assimilati quando il cane era intero, ora sono solo in eccedenza, provocando un aumento di peso.

Infine, devi sapere che anche alcuni farmaci possono far ingrassare il cane, come gli antiepilettici o i corticosteroidi, così come alcune malattie ormonali come il diabete o l’ipotiroidismo.

Sintomi dell’obesità nei cani: come riconoscerla

Riconoscere l’obesità in un cane è in realtà abbastanza semplice. Innanzitutto l’indice è visibile: sarà “rotondo”. Visto dall’alto dovrebbe essere visibile la taglia di un cane con un discreto peso, cosa che non è più il caso di un cane obeso. Inoltre tenderà a chiedere cibo molto spesso.

Infine possiamo verificare tramite la palpazione se il cane è in sovrappeso. Facendo scorrere le dita lungo le costole, si dovrebbero sentire gli ultimi tre senza premere e vederli anche ad occhio nudo. Quelle anteriori si devono sentire con una leggera pressione, essendo presente un leggero strato di grasso sulla parte superiore. In un cane obeso non è possibile sentire le costole senza premere e, al contrario, in un cane denutrito, le costole sporgono troppo. Attenzione però a non farsi prendere dal panico inutilmente, perché alcune razze fanno delle eccezioni: i levrieri, ad esempio, sono per natura molto magri, quindi non saranno necessariamente malnutriti, anche se si vedono le loro costole.

Come trattare l’obesità nei cani? Quale regime applicare?

Proprio come per gli esseri umani, curare l’obesità di un cane dipenderà principalmente dal fargli fare esercizio e regolare la sua dieta.

Continua a leggere:  6 spray per insetti per cani per aiutare te e il tuo animale domestico a evitare le zanzare e altri parassiti del cortile | Pet Yolo

Cominciamo con il cibo. Per prima cosa, elimina i dolcetti e i dopopasti. Bisogna fermare eventuali eccedenze che non gli sono necessarie e che probabilmente hanno contribuito alla sua obesità. Se ti spezza il cuore non coccolare più il tuo cane, dì a te stesso che è per il suo benessere.

Anche la sua dieta principale dovrebbe essere modificata. Sicuramente sarà necessario sottoporlo ad una dieta cosiddetta “leggera”, ovvero per cani sterilizzati. Il vostro veterinario saprà consigliarvi la dieta migliore da somministrargli.

Allora devi esercitarlo. Ma attenzione, non si tratta di fargli correre una maratona fin dal primo giorno. Sarà necessario andarci piano e tenere conto della sua età e dei suoi eventuali problemi di salute. Se ha sviluppato l’artrosi, ad esempio, è impensabile fargli fare agility. Se il cane ha già raggiunto una certa età, correre potrebbe causargli più dolore che altro. Anche in questo caso non esitate a consultare il vostro veterinario per scoprire quali attività fisiche potrebbero essere adatte a lui. Nella maggior parte dei casi, iniziare con almeno due passeggiate da un’ora al giorno dovrebbe essere un buon inizio.

Come avrete capito, è più facile prevenire l’obesità che curarla. Abituati, non appena adotterai il tuo cane, a nutrirlo con le dosi giornaliere corrette riportate su ogni confezione. Impara a limitare i bocconcini (da uno a due al giorno al massimo) e a non dargli dopo i pasti o cibo umano. Infine, fategli fare esercizio all’aria aperta: oltre a far bene alla sua salute, questo vi permetterà di godere di un momento di complicità con il vostro cane.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *