Informazioni e caratteristiche della razza del cane Pumi

1686442600 pumi profile treatment dc20a21b92324586926ca230389081e2

Foto: Jne Valokuvaus / Getty

Pumi Panoramica

Nome ufficiale Pumi
Nome comune Pumi
Altezza dell’animale domestico 15 a 18 pollici
Peso dell’animale domestico Da 22 a 29 sterline
Durata 12 a 13 anni
Buono con bambini, famiglie
Temperamento estroverso, giocoso, ostinato
Intelligenza alto
Importo di spargimento infrequente
Esigenze di esercizio alto
Livello di energia attivo
Livello vocale frequente
Importo sbavante Basso
Gruppo di razza pastorizia
Taglia della razza medio (26-60 libbre.)
Lunghezza del cappotto riccio, medio
Colori nero, fulvo, grigio, bianco
Modelli nero focato, tigrato
Altri tratti facile da governare, facile da addestrare, buon compagno di escursioni

Presto! Chiudi gli occhi e prova a immaginare il cane più carino possibile. Con i suoi riccioli a cavatappi, la coda circolare, le orecchie comiche e l’espressione bizzarra, ci sono buone probabilità che il pumi assomigli al cane dei tuoi sogni.

Ma se sei tentato di giudicare questo libro peloso dalla copertina, dovresti sapere che il pumi (pronunciato POO-mee; il plurale è “pumik”) è più di un semplice viso adorabile e soffice. In effetti, questo sosia di orsacchiotto è stato originariamente allevato per allevare e proteggere il bestiame nell’Europa orientale, ed è noto per il suo cervello tanto quanto per il suo aspetto.

Il desiderio di lavorare è forte nella maggior parte dei pumik, quindi richiedono un proprietario attivo e impegnato che possa impegnarsi a mantenere le loro menti e i loro corpi vivaci occupati ogni giorno.

“Non sono un cane facile, per quanto carini sembrino!” dice Jane Pooley, che conta due pumik come suoi compagni. “Ma sono molto divertenti se sei disposto a investire abbastanza tempo e pensiero.”

Aspetto

In genere non è un complimento essere descritto come un quadrato, ma i pumik stanno facendo del loro meglio per cambiare la percezione della forma diffamata. Secondo lo standard di razza pumi, il cane dovrebbe avere un contorno quadrato, con un’altezza compresa tra 15 e 18,5 pollici e un peso compreso tra 22 e 29 libbre. Tutto sommato, questo rende un cane magro e agile che può facilmente tenere il passo con i suoi doveri di ranch.

Kerrie T/Shutterstock

Ad un angolo del quadrato del pumi, troverai una coda che si inarca su se stessa per formare un cerchio. All’angolo opposto, vedrai una testa lunga, occhi castano scuro e orecchie semi-erette ricoperte di pelliccia che sembrano nel bel mezzo di un “ciao” (un attributo che di certo non fa male al loro fascino). Proprio come lo stesso pumi, queste orecchie sono attente e attive e si muoveranno in risposta a vari stimoli.

Il pumi è vestito con una mano di riccioli a cavatappi che attirano l’attenzione. Il mantello è costituito sia da peli esterni duri che da un sottopelo morbido, ed è disponibile in solide tonalità di nero, bianco, grigio e fulvo. E poiché un cane da lavoro con elevate esigenze di toelettatura sarebbe controproducente, sarai felice di sapere che il pumi a bassa caduta ha bisogno solo di asciugare all’aria per ottenere quella pettinatura per eccellenza.

Temperamento

Il pumi è stato allevato per un compito specifico, quindi discutere del suo temperamento è un po’ come rivedere la sua descrizione del lavoro, dice Melissa Hatfield, MS, CBCC-KA, CDBC, proprietaria di Loving Dogs a Fayetteville, Ark. questi istinti scompaiono semplicemente perché un pumi viene tolto dal suo posto di lavoro.

Continua a leggere:  100+ Nomi di Cane da Caccia per il tuo Compagno di Avventure Intelligente | Pet Yolo

“L’allevamento richiede un’acuta capacità di valutare rapidamente le situazioni e di agire con decisione, alcuni da solo e altri seguendo i comandi umani”, spiega Hatfield. In altre parole, i pumik sono audaci, intelligenti e fanno perennemente rapporto per dovere. Senza un’adeguata socializzazione o sbocchi per questa energia, la razza può diventare indisciplinata. Potresti anche scoprire che sei tu quello che viene ammassato.

simoshoes82 / Adobe Stock

“Sono un buon animale domestico di famiglia e si divertono a giocare con i bambini”, afferma Pooley, che vive con pumik da quasi sei anni. “Ma l’istinto di pastore può emergere con umani, cani, galline, ecc.” Oltre alla loro velocità e agilità, i pumik usano l’abbaiare per mettere in ordine il bestiame, il che può essere problematico per un proprietario ignaro.

Tra i lati positivi, Hatfield afferma che i cani da pastore sono estremamente sensibili ai segnali non verbali dei loro proprietari e imparano velocemente. “Questo è un grande vantaggio nell’addestramento e nello stabilire limiti con i comportamenti istintivi della razza”, spiega. “Ad esempio, a un pumi può essere insegnato a radunare una palla, non un bambino in età prescolare, e che va bene inseguire un frisbee ma non un’auto”.

Come la maggior parte dei cani da pastore, il pumik può essere riservato agli estranei e non amano essere lasciati soli per lunghi periodi. Poiché sono stati allevati per lavorare a fianco degli umani, possono diventare particolarmente vicini al loro capo. E nonostante la loro scorta apparentemente illimitata di energia, i pumik non sono contrari alle pause coccole (anche se devono essere guadagnate!).

Esigenze di vita

Poiché i pumik sono così intelligenti e predisposti al lavoro, Hatfield afferma che è molto probabile che prosperino in una casa con un proprietario di cani esperto che si impegna a dedicare il tempo e l’energia necessari per socializzare correttamente e addestrare il nuovo cucciolo e tenerlo occupato ogni giorno . Questa casa può includere altri membri della famiglia, inclusi bambini e animali, anche se le presentazioni dovrebbero essere fatte lentamente e con attenzione.

Esercitare il corpo e la mente del tuo pumi su base giornaliera è più importante che avere un ampio cortile recintato o uno spazio abitativo, anche se vale la pena notare che la loro caratteristica corteccia di cane da pastore potrebbe rendere un po ‘difficile la vita in appartamento.

Rita Fodor/Adobe Stock

“Vivo in una casa con un piccolo cortile, ma cammino con il mio pumik per un’ora al giorno”, spiega Pooley. “Camminerebbero per chilometri, ma prosperano anche con esercizi brevi e stimolanti per il cervello e trucchi di apprendimento. Amano anche frequentare sessioni di allenamento di agilità due o tre volte a settimana.”

Quanto spesso porti a spasso il tuo cane? Vedi se stai portando abbastanza a spasso il tuo cucciolo

Cura

Hatfield osserva che esiste una netta differenza tra l’essere socievoli e il bisogno di socializzazione. Il primo si riferisce al temperamento innato di un cane, mentre il secondo è un insieme di comportamenti appresi che aiutano un cane e il suo padrone a convivere in modo più armonioso.

“I Pumik sono cani socievoli per natura”, continua Hatfield. “Ma poiché il loro temperamento innato si basa sull’allevamento del bestiame, avranno bisogno di socializzazione per renderli compagni adatti a vivere in una casa”.

Le prime 16 settimane di vita di un cane sono chiamate “periodo critico”. È durante questo periodo, spiega Hatfield, che il cucciolo impara a essere un cane (ad esempio la comunicazione non verbale e verbale, che le dita non sono giocattoli da masticare e ciò che è e non è appropriato quando interagisce con i suoi compagni di cucciolata). È anche quando il cucciolo inizia a imparare a convivere con gli umani.

Continua a leggere:  Il leone, re della savana. Chi è lui ? Dove vive ? Come vive?

Enna8982/Shutterstock

“Qualunque cosa accada durante questo periodo ha conseguenze per tutta la vita, buone o cattive”, dice Hatfield. “Il cane che non riceve un’adeguata socializzazione durante il suo periodo critico non raggiungerà la sua piena capacità più avanti nella vita. Ad esempio, i cuccioli che vengono sottratti alla madre troppo presto possono sviluppare problemi psicologici e comportamentali. E quelli che non lo fanno ricevere abbastanza interazione umana può diventare ansioso, nervoso e reattivo man mano che invecchiano”.

Per questo motivo, Hatfield afferma che è fondamentale che i potenziali proprietari facciano la dovuta diligenza quando trovano un allevatore di pumi. “Non è sufficiente controllare semplicemente l’ambiente pulito del canile”, aggiunge. “I cuccioli hanno bisogno di molto arricchimento emotivo e mentale durante le loro prime 16 settimane di vita, che include l’interazione umana e l’esposizione ad altri cani che si comportano in modo appropriato. E queste esperienze dovrebbero continuare anche dopo che il cucciolo di pumi si unisce a una famiglia”.

Come socializzare un cucciolo e perché è così importante

Oltre a una corretta socializzazione, l’allenamento sarà una componente importante della cura del tuo pumi. Non solo aiuterà il tuo cane ad adattarsi meglio al suo ambiente, ma è anche un ottimo strumento per mantenere il cervello del tuo pumi impegnato. Un comportamento innato che probabilmente vorrai aiutare subito il tuo cane a gestire è la sua propensione ad abbaiare. “Questo comportamento è uno strumento utile quando si alleva o si custodisce il bestiame, ma non è così utile e certamente non appropriato mentre si vive in casa”, afferma Hatfield. Quando lavori con il tuo pumi, usa sempre metodi di allenamento positivi.

L’esercizio fisico regolare e l’interazione umana sono altri aspetti cruciali delle cure del vivace pumi. Ogni pumi sarà diverso per quanto riguarda ciò che gli piace di più, ma le lezioni di obbedienza, il lavoro sul naso e l’allenamento di agilità sono un buon punto di partenza, in quanto sono sbocchi appropriati per i loro istinti di lavoro da pastore.

Infine, come è tipico per i cani da lavoro, la routine di toelettatura del pumi è abbastanza semplice. L’ungherese Pumi Club of America (HPCA) consiglia di pettinarsi il cappotto ogni poche settimane. Dopo la pettinatura, dovrai bagnare completamente la sua pelliccia, ma lascia l’asciugacapelli nell’armadietto. È meglio lasciare che sia Madre Natura ad asciugare e modellare quei caratteristici riccioli a cavatappi.

Salute

I Pumik sono generalmente cani sani che possono vivere fino all’età di 13 anni, ma come con qualsiasi razza, sono predisposti ad alcune condizioni di salute:

  • Displasia dell’anca: l’HPCA elenca la displasia dell’anca come la condizione di salute più comune nella razza. La displasia dell’anca è una condizione dello sviluppo in cui le articolazioni sono sciolte, causando dolore, problemi di mobilità e artrosi. Anche se i segni della malattia spesso non compaiono fino a quando il cane non è più grande, puoi controllare il tuo pumi per la displasia dell’anca in giovane età con i raggi X.
  • Mielopatia degenerativa: secondo l’HPCA, alcuni pumik portano il gene per la mielopatia degenerativa, una malattia progressiva del midollo spinale che colpisce i cani anziani ed è simile alla sclerosi laterale amiotrofica (comunemente chiamata semplicemente SLA) negli esseri umani.
  • Lussazione primaria del cristallino: l’HPCA riferisce che ci sono stati diversi pumik nei paesi scandinavi con lussazione primaria del cristallino, una condizione ereditaria in cui il cristallino dell’occhio si sposta dalla sua posizione normale, con conseguente infiammazione e danno al nervo ottico (chiamato glaucoma ). Senza trattamento, può causare cecità.
Continua a leggere:  Informazioni e caratteristiche sulla razza del cane Airedale Terrier | Pet Yolo

Poiché sia ​​​​la mielopatia degenerativa che la lussazione primaria della lente sono disturbi ereditari, l’HPCA raccomanda di assicurarsi che i genitori del tuo potenziale pumi siano stati sottoposti a test del DNA per le condizioni. Prima di portare a casa un cucciolo di pumi da un allevatore, chiedi se sono stati condotti tutti gli screening sanitari raccomandati dal Canine Health Information Center.

Storia

Sebbene il pumi non sia stato riconosciuto dall’American Kennel Club fino al 2016, questi cuccioli non sono una nuova razza. Esistono tre distinte razze da pastore indigene in Ungheria: il puli, il mudi e il pumi. Si pensa che il puli sia il più antico del trio, con i suoi antenati che migrarono nell’attuale Ungheria nell’800 d.C. Secondo l’HPCA, circa 300 anni fa, il pulik (la forma plurale di puli) iniziò ad accoppiarsi con cani da pastore dalla Francia e La Germania come commercio di bestiame ha portato i loro padroni in stretta compagnia e che il pumi è il risultato di questo incrocio.

L’attuale pumi, afferma l’HPCA, è stato creato attraverso centinaia di anni di selezione da parte dei pastori mentre creavano il cane ideale sia per la terra che per il loro bestiame. Tuttavia, fu solo all’inizio del 1900 che la razza si distinse dal puli. Prima di questo punto, i due nomi di razza erano usati in modo intercambiabile. Un professore dell’Università ungherese di medicina veterinaria di nome Emil Raitsits è stato colui che alla fine ha spinto per la standardizzazione sia del pumi che del puli.

Il primo pumik registrato negli Stati Uniti è arrivato negli anni ’80 (anche se è possibile e probabile che altri siano arrivati ​​molto prima). Il club aggiunge che la razza rimane rara, con solo poche cucciolate nate ogni anno.

Fatti divertenti

  • Nonostante abbia un lavoro molto serio e importante nella storia (e spesso ancora oggi), la razza viene talvolta definita “il pagliaccio”, probabilmente perché le loro orecchie sono una miscela così singolare di commedia e teatralità!
  • Quando gli ungheresi hanno iniziato a dare un’occhiata più da vicino ai loro cani da pastore indigeni, l’HPCA afferma di aver scoperto che le tre razze si raggruppavano in regioni separate. Il puli era principalmente nelle pianure orientali, il mudi era più diffuso nel sud e il pumi dominava il paese collinare dell’Ungheria occidentale.

questa pagina è stata utile? Grazie per il tuo feedback! Dicci perché! Altro Invia

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *