Il cane lupo: chi è veramente? Vive allo stato brado?

chien loup 071414

Il levriero: chi è veramente?  Vive allo stato brado?

Come suggerisce il nome, il cane lupo è una specie ibrida tra un cane e un lupo. Se sono state osservate riproduzioni naturali, la maggior parte degli incroci sono stati deliberati. L’obiettivo ? Crea razze resistenti combinando un lato selvaggio con la facilità di addomesticamento.

Cos’è un cane lupo?

Un cane lupo è un ibrido canide derivante dall’accoppiamento tra un cane (Canis lupus familiaris) e un lupo (Canis lupus lupus) o tra un lupo e una cagnolina (il loro discendente può anche essere chiamato crocotte). Sono classificati anche i cani lupo, i canidi risultanti dalla riproduzione tra i cani lupo stessi. Il cane domestico e il lupo rappresentano due sottospecie della specie Canis lupus, spiegando così molti casi di interfertilità naturale. Allo stesso tempo, sono state programmate riproduzioni per produrre nuove razze di canidi.

Razze di cani lupo risultanti da incroci

Nella prima metà del XX secolo, l’incrocio è stato effettuato volontariamente con l’intenzione di aumentare le prestazioni dei canidi conferendo loro un carattere favorevole all’addomesticamento. Nacquero così razze come il cane lupo italiano o cane lupo italiano. In Nord America molti allevamenti di cani lupo si sono sviluppati producendo la categoria dei cani lupo, queste razze dal fisico lupoide molto caratteristico e il cui rappresentante più noto è sicuramente il pastore della tundra americano (American wolfdog o Black Wolf). Altre linee americane includono il Blue Bay Shepherd, lo Spencer, il North American Indian Dog e il Native American Indian Dog. I crocotte sono molto apprezzati come cani da guardia in Alaska. Solo due razze sono attualmente riconosciute dalla Federazione Cinologica Internazionale (FCI): il cane lupo cecoslovacco e il cane lupo di Saarloos.

Storia del cane lupo cecoslovacco

L’incrocio che ha avuto luogo per produrre il cane lupo cecoslovacco è avvenuto nell’ex Cecoslovacchia con l’obiettivo di migliorare la resistenza e le prestazioni fisiche dei cani adibiti alla guardia dei confini del Paese. Nel 1955, il colonnello Karel Hartl (capo delle guardie di frontiera e ingegnere) e il suo team hanno avviato un programma sperimentale comprendente test biologici basati sull’accoppiamento di un pastore tedesco e un lupo dei Carpazi. Dopo molti tentativi infruttuosi durante i quali la femmina attaccava i maschi, un accoppiamento riuscito permise la nascita dei primi ibridi il 26 maggio 1958. Alcuni dei cuccioli furono poi inviati nella regione slovacca per essere incrociati con altri pastori tedeschi e studiati per per valutare le loro capacità. I militari iniziarono a usare la terza e poi la quarta generazione mentre i civili iniziarono ad allevarli. Il 1989 ha segnato il riconoscimento provvisorio della razza da parte della Federazione Cinologica Internazionale. Un anno dopo, i primi individui furono importati in Francia e dovettero attendere fino al 1997 per la registrazione nel Libro delle origini francese.

La nascita del cane lupo di Saarloos

Lendeert Saarloos (1884-1969), allevatore di cani con sede a Dordrecht (Paesi Bassi) era un grande amante dei pastori tedeschi. Non contento del loro status di cane da utilità e della loro “umanizzazione” attraverso la loro vicinanza agli umani, l’allevatore ha voluto dare a questa razza disposizioni naturali più vicine all’animale selvatico che era una volta. A questo scopo, Lendeert Saarloos decise di allevare una lupa europea di stirpe siberiana con un pastore tedesco. Dopo diversi fallimenti di accoppiamento, negli anni ’30 vide finalmente la luce una cucciolata praticabile, tra cui un cucciolo maschio fu utilizzato per lo sviluppo della razza. L’eredità di Leendert Saarloos volta ad accentuare le qualità naturali del cane è stata riconosciuta nel 1975, sei anni dopo la sua morte. La conservazione della razza è stata affidata alle buone cure dell’Associazione Olandese del Cane Lupo di Saarloos (Nederlandse Vereniging van Saarlooswolfhonden), incaricata di difendere gli interessi del lignaggio redigendo in particolare il nuovo standard. La razza è stata definitivamente riconosciuta dalla FCI nel 1981.

Adottare un cane lupo: buona o cattiva idea?

Al di là di un fisico lupoide, il cane lupo ha ereditato il carattere bruto dei suoi antenati. L’animale può quindi mostrare istinti primari quando si tratta di proteggere il cibo, la caccia, l’indipendenza o la socialità. Più di ogni altra razza, il cane lupo deve essere attentamente considerato prima di adottarlo. Questo animale intelligente dal corpo massiccio si dedica interamente al suo padrone, di cui fatica a sopportare l’assenza. Abile custode, tiene lontano l’intruso che si avvicina alla sua proprietà. Il cane-lupo sente un bisogno vitale di condividere la sua quotidianità con almeno un congenere. Idealmente, il suo compagno ha la sua stessa taglia e una solida educazione per servire da modello. In assenza di compagnia, il padrone dovrà insegnare pazientemente la solitudine al suo cane-lupo. Lo sviluppo dell’animale in un appartamento in città non è possibile perché questo ambiente di vita va contro le sue esigenze fisiologiche. Il cane si trova bene in campagna, in una casa con un giardino ampio e ben recintato accanto a persone dinamiche che lo sanno domare dolcemente.

Continua a leggere:  Informazioni e caratteristiche sulla razza del cane Dorkie | Pet Yolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *