Evitare il surriscaldamento nei cani | Pet Yolo

ueberhitzung bei hunden

Evitare il surriscaldamento nei cani

Soprattutto in estate i nostri cani hanno difficoltà. Uno scambio di temperatura è possibile per loro solo ansimando o le zampe (palle). Quindi il surriscaldamento nei cani è avvenuto rapidamente. Ti mostreremo come evitarli e cosa fare in caso di emergenza.

Sole solo con moderazione

Non tutti i cani godono di una calda giornata estiva. A seconda delle condizioni del pelo, ciò può causare ai cani una forte esposizione al sole per diverse ore. Le forbici potrebbero essere una possibilità, ma attenzione! Molti cani si scottano perché la pelle non è preparata per la luce solare diretta. Consulta qui un toelettatore professionista su come proteggere il tuo cane dalle ustioni. Informati sui filtri solari per cani. Ci sono molti prodotti sul mercato. Assicurati che sia di buona qualità.

Prevenire l’accumulo di calore

Alcuni dei tuoi strumenti quotidiani non sono più adatti in estate. Ciò comprende:

  • I passanti in nylon, noti anche come museruole in nylon, danno al tuo cane poche possibilità di regolare la sua temperatura interna ansimando
  • Maschere per museruola, nonostante le fibbie regolabili, queste non offrono abbastanza opportunità per ansimare

Il risultato può creare accumulo di calore e presentare una condizione di salute molto grave.

spostamenti in auto e parcheggio

Certo che dirai. So che non posso lasciare il mio cane in macchina per un lungo periodo di tempo. Ma non è tutto. Al giorno d’oggi quasi tutte le auto sono dotate di un climatizzatore o di un sistema di climatizzazione. Da un lato, questo è un bel lusso, ma può diventare una trappola per la salute del tuo cane. L’oscillazione della temperatura può colpire il circuito dall’essere caldo o caldo all’esterno, al raffreddamento rapido all’interno dell’auto. Perché il tuo cane prima respirava aria calda ansimando e ora l’aria fredda entra improvvisamente nell’organismo. Questo salto di temperatura può portare a stress per l’organismo.

Continua a leggere:  Punti caldi sui cani: cause, diagnosi, trattamento e prevenzione

La ventilazione può causare congiuntivite e raffreddore. Quindi regola la temperatura lentamente. Ci sono sempre momenti in cui non è possibile trovare un parcheggio all’ombra. C’è una soluzione meravigliosa per questo: la protezione termica per l’auto. Ottima protezione per le giornate calde, così come in inverno. Copri la tua auto e il corpo non può riscaldarsi così velocemente. Tuttavia, ovviamente, il cane non deve mai essere lasciato in macchina in caso di forte luce solare o temperature elevate! Queste misure hanno il solo scopo di rendere più piacevole l’imbarco sull’auto parcheggiata.

Se guidi una station wagon o un furgone, una griglia posteriore è l’ideale. Ciò impedisce ai cani di surriscaldarsi in caso di ingorgo fermo. Se il cane deve essere lasciato in macchina per un breve periodo, viene fornita aria fresca naturale. Questi possono essere chiusi con lucchetti e sono molto sicuri contro intrusioni indesiderate. Il tuo cane ha molto spazio nella sua area e può allungarsi. Fantastico, perché quando è caldo ama allungarsi per aumentare la sua superficie corporea e facilitare così la dissipazione del calore. Se un cane non ha abbastanza spazio, non si sentirà a suo agio. Considera anche l’installazione di un impianto idrico installato in modo permanente nella tua auto. Anche qui ci sono prodotti sul mercato che offrono una capacità sufficiente per diverse taglie di cani e non traboccano d’acqua nelle curve.

allenamento per l’estate

Inizia ad abituarti a rinfrescare i tappetini già in primavera. Esistono diversi materiali di riempimento per mantenere freschi i tappetini. I prodotti sono riempiti con un gel o piccole perle. I cani sensibili devono abituarsi lentamente. Questi possono essere utilizzati in modo eccellente in macchina o quando si visita la gelateria, la birreria all’aperto o il ristorante.

Offri sempre al tuo cane acqua a temperatura corporea e controlla la temperatura dell’acqua nei corpi idrici in cui il tuo cane potrebbe voler fare un tuffo rinfrescante. Se il tuo cane è stato in precedenza al sole per molto tempo, può portare a un collasso circolatorio.

Continua a leggere:  Vitiligine nei gatti: la malattia della vitiligine | Pet Yolo

Passeggiate: a cosa dovresti prestare attenzione?

Con temperature estive di 25 gradi e oltre, asfalto e marciapiedi si scaldano parecchio. Le zampe del tuo cane sono molto sensibili al freddo e al caldo. Di conseguenza, può essere molto doloroso camminare su queste superfici. Le razze più piccole hanno un altro problema con il caldo in aumento. La tua distanza dalla fonte calda del terreno è molto piccola e il corpo assorbe il calore in modo intensivo.

In generale, le passeggiate dovrebbero essere ridotte, evitando idealmente l’ora di pranzo. Le attività sportive in genere non dovrebbero più svolgersi all’ora di pranzo o nelle giornate calde con 30 gradi e oltre.

Come si riconosce il surriscaldamento nei cani?

  • Ansimare forte
  • La lingua sporge fortemente e si forma una specie di triangolo nel terzo anteriore
  • Gli occhi sono spalancati
  • Un’evidente ruga da stress intorno al muso
  • Membrane mucose gonfie nella zona della bocca e di colore dal rosso al bianco
  • Battito cardiaco elevato
  • Movimenti lenti, sempre desiderosi di metterlo giù
  • Il cane evita il sole
  • Non voglio più bere

Surriscaldamento nei cani – primo soccorso

  • Allontana immediatamente il cane dal sole
  • Informare e consultare immediatamente un veterinario
  • Se possibile rinfrescarsi lentamente con degli asciugamani, che andrebbero posti sui cani dapprima con una temperatura tiepida e poi man mano che la temperatura si fa più fresca
  • Inumidisci la bocca con acqua, i cani di solito non bevono più acqua
  • Poiché i cani con accumulo di calore sono solitamente anche disidratati, il tuo cane deve essere sottoposto a fleboclisi il prima possibile in modo che l’equilibrio idrico possa essere ripristinato.
Continua a leggere:  Osteosarcoma nei cani: segni, cause e trattamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *