Dovresti adattare la dieta del tuo cane in base alla sua razza?

alimentation chien race 062109 650 400

Il peso e l’attività fisica sono i primi criteri che monitoriamo per nutrire i nostri compagni canini. Un altro criterio, come la razza, è importante nella razione giornaliera che offri al tuo cane? Dovresti scegliere cibo preparato appositamente per il tuo chihuahua, bulldog o pastore tedesco?

La razza conta

Il primo criterio per scegliere e adattare la dieta del tuo cane è ovviamente la sua razza. È lei che determinerà la sua massa corporea ideale e l’apporto nutrizionale essenziale per la sua crescita, il suo equilibrio e la sua salute. La quantità di cibo e l’apporto energetico saranno molto diversi tra un cane di piccola taglia e un mastino napoletano. Allo stesso modo, se il tuo cagnolino ha i denti fragili, una mascella prognatica o se è anziano, dovrai scegliere crocchette adatte alla sua mascella o offrirgli cibo umido piuttosto che crocchette. Se vuoi offrire al tuo amico canino una razione domestica piuttosto che crocchette, o offrirgli BARF, ti baserai sui criteri di razza per determinare gli ingredienti, le proteine, i lipidi e i nutrienti necessari. Altri elementi sono coinvolti nel calcolare il fabbisogno alimentare del tuo cane nel modo più accurato possibile al fine di evitare eccessi o carenze:

  • La sua età ;
  • La sua taglia;
  • La sua attività fisica;
  • La sua fisiologia: il tuo cane è sterilizzato o intero?

Sebbene al momento non ci siano prove scientifiche, molti veterinari, nutrizionisti e allevatori hanno scoperto che alcune razze bruciano meno calorie di altre. Alcuni hanno persino la reputazione di aggiungere valore al loro pasto: i cagnolini lo conservano per un uso futuro. Razze di cani da caccia come il Group 8 Retriever o i cosiddetti cani “primitivi” come il Malamute e l’Husky tendono quindi ad essere sovrappeso e obesi. La loro razione alimentare deve essere adattata alle loro attività e alla loro gola.

Livelli di grassi e nutrienti adattati alla razza del tuo loulou

L’industria alimentare per i nostri amici a quattro zampe sviluppa crocchette e bocconcini appositamente preparati per soddisfare il fabbisogno di calorie, calcio e grassi essenziali per il corretto funzionamento del loro organismo. Alcune crocchette e paté sono quindi sviluppati per adattarsi a una razza, mentre altri offrono una dieta basata sul rapporto peso/fabbisogno energetico indipendentemente dalla razza. Il contenuto di grassi potrebbe sorprenderti, tuttavia ha il suo scopo come altri elementi.

Continua a leggere:  Zecche sui cani: come prevenirle? | Pet Yolo

1. Il contenuto di grassi nella dieta del tuo cane

Spesso non ce ne rendiamo conto, ma i lipidi o i grassi sono importanti sia dal punto di vista energetico che per lo sviluppo e il funzionamento fisiologico del tuo animale domestico. Questi acidi grassi essenziali come gli omega 3 e 6 devono costituire almeno il 2% del loro apporto calorico. La loro percentuale varia a seconda della razza e dell’età del tuo cane. Il corpo del tuo cane ha naturalmente grasso nelle sue membrane cellulari. Contribuisce a:

  • Garantire il trasporto di nutrienti e altre sostanze energetiche attraverso le membrane cellulari;
  • Garantire la velocità di trasmissione dei segnali neurali;
  • Produrre metaboliti che controllano e riducono l’infiammazione in caso di lesioni o infezioni;
  • Forma i diversi ormoni necessari al suo benessere così come gli ormoni sessuali;
  • Creare una prima barriera contro le infezioni batteriche o virali;
  • Migliora l’assorbimento delle vitamine che il corpo del tuo cane sintetizza o meno;
  • Proteggi e igienizza il pelo del tuo cane.

Alcune fasi della vita di un cane, come il periodo della crescita, richiedono una percentuale maggiore di assunzione di grassi. Tuttavia, varia a seconda della razza del tuo cane. Le razze piccole hanno un maggiore fabbisogno di acidi grassi essenziali rispetto ai cuccioli di taglia grande perché crescono più velocemente.

2. Il contenuto di calcio dipende dalla razza del tuo cane

Carenza o eccesso, il calcio deve essere dosato con precisione. Partecipa alla formazione delle ossa, al funzionamento dei loro muscoli e alla coagulazione del sangue. Questo nutriente e il suo apporto sono sempre da abbinare al fosforo che permette di fissarlo. Per conoscere l’apporto ideale di questi due nutrienti, in particolare se si alimenta il proprio cane con razione domestica o BARF, è bene affidarsi ai consigli del proprio nutrizionista veterinario. Sarai sicuro di offrire il giusto equilibrio al tuo cagnolino. Se nelle razze piccole il calcio è generalmente ben dosato, per i cuties di razze grandi la cui crescita è più lenta possono comparire delle carenze. Nei cuccioli, nelle femmine in gravidanza o in allattamento, il dosaggio è al grammo più vicino, specialmente nei cani di grossa taglia. Troppa assunzione può causare displasia articolare e malformazioni ossee. Se manca, apparirà una decalcificazione. Normalmente, la dieta premium adattata alla razza e all’età del tuo amico peloso coprirà perfettamente i suoi bisogni. Per il cane anziano, l’assunzione sarà ridotta o eliminata per evitare all’animale problemi di artrosi, problemi renali o calcificazioni anomale del suo quadro. In ogni caso, non integrare o rimuovere calcio e fosforo dal tuo animale senza il consiglio del tuo veterinario.

Continua a leggere:  Cane senile: quali sono i segnali?

Assunzione di proteine ​​in base al metabolismo dell’animale

Con 342 razze canine riconosciute dalla Fédération Cynologique Internationale, per non parlare degli incroci sfortunati o delle razze non riconosciute, abbiamo la scelta della taglia dei nostri cagnolini. È ovvio che un Pomerania non avrà lo stesso apporto calorico di un pastore australiano. Lui stesso avrà un’esigenza ben diversa da un San Bernardo o da una montagna dei Pirenei. Ancora una volta, la razza determina la dieta che offrirai al tuo amico a quattro zampe. Alcuni cani molto attivi e atletici avranno bisogno di una dieta più ricca di proteine ​​per soddisfare le loro attività e rimanere pieni di energia. Altri a causa delle loro dimensioni e del metabolismo inferiore riceveranno cibo meno concentrato.

Alimento ipocalorico: adatto a razze di piccola taglia

Il fabbisogno energetico dei cani da diporto è inferiore a quello degli altri nostri cagnolini. Il cibo industriale viene dosato per soddisfare il loro fabbisogno ipocalorico senza trascurare l’apporto proteico essenziale. Preparati esclusivamente per il tuo piccolo animale, questi alimenti non sono adatti per cani di grossa taglia. Oltre alle carenze, il tuo cagnone sarebbe sempre affamato.

Un contenuto calorico medio per il cane medio?

Adatti alla maggior parte delle razze, questi alimenti industriali sotto forma di paté o crocchette forniscono un apporto calorico bilanciato al tuo amico a quattro zampe. Sono più spesso rivolti a cani adulti. Per i cuccioli e le femmine in allattamento o in gravidanza, preferiremo un alimento industriale adeguato. Come parte di una razione familiare, la tua razione tipica dovrebbe includere 1/3 di carne o pesce cotti, 1/3 di riso a cottura lunga e 1/3 di verdure cotte per la digeribilità. In ogni caso, se scegli di nutrire il tuo cane in modo naturale, fissa un appuntamento con un nutrizionista veterinario per stabilire un menu proteico adatto alla sua razza e alla sua attività.

Il grande sportivo: una dieta più ricca di calorie

Quando possiedi un cane da caccia, un cane da lavoro o partecipi a competizioni sportive e al loro allenamento, il tuo cane ha bisogno di una dieta ricca di proteine ​​e grassi. Questa maggiore assunzione consente al tuo campione di ingerire la quantità di energia necessaria per le sue attività. Basset Hound, levrieri, cani da assistenza o da soccorso, cani sportivi di Lekkarod, Valgaude o Grande Odyssée traggono la loro energia da alimenti ricchi, sviluppati per le corse.

La digeribilità del cibo, diversa da una razza all’altra?

Qualunque sia il mangime scelto, industriale, razioni domestiche o BARF, la digeribilità rimane un valore da tenere in considerazione. Un alimento non facilmente digeribile o non abbastanza digeribile causerà problemi digestivi all’animale:

  • Feci morbide e maleodoranti;
  • Diarrea;
  • Malassorbimento dei nutrienti.

La bassa digeribilità apre le porte a carenze e altri problemi di salute per il cane come perdita di peso, parassitismo cronico o insufficienza pancreatica cronica.

Continua a leggere:  Ariégeois: carattere, educazione, salute, prezzo | Pet Yolo

Digestione in più fasi

Come da noi, la digestione nei cani avviene in più fasi:

  1. La saliva lubrifica il bolo alimentare in modo che scivoli facilmente nello stomaco del tuo cane.
  2. Organo essenziale della digestione, lo stomaco prepara il cibo per il suo passaggio nell’intestino tenue. Il succo gastrico secreto dalle mucose scioglie il cibo, neutralizza alcuni batteri e permette l’assimilazione delle proteine.
  3. Pilastro centrale della lavorazione del cibo nei cani, l’intestino tenue rappresenta solo il 15% del loro apparato digerente. È qui che gli alimenti ridotti in chimo verranno scomposti e poi assimilati sotto forma di proteine, lipidi, minerali e carboidrati.
  4. Il pancreas regola la digestione perché integra l’azione dello stomaco producendo succo pancreatico che verrà utilizzato per la disgregazione delle proteine.
  5. Il fegato rileva la presenza di sostanze nocive prima che raggiungano il cuore e l’organo attraverso minuscoli vasi sanguigni.
  6. Se rimangono proteine ​​e carboidrati non digeriti, raggiungono l’intestino crasso. Costituito dal colon e dal retto, il primo assicura l’idratazione del corpo del cane. Se non c’è abbastanza acqua nel cibo ingerito, l’acqua del corpo andrà nelle feci per aiutarla a passare attraverso il retto. Alcune vitamine come la vitamina K e la B12 vengono assimilate nell’intestino crasso. Quando tutte le vitamine vengono assorbite, le feci si formano nel retto.

Per aiutare la digeribilità degli alimenti, l’apporto proteico accompagnato da una buona ciotola d’acqua resta fondamentale per i loulou nutriti con le crocchette.

Digeribilità adatta alla razza del tuo cane?

Le razze più piccole hanno bisogno di una dieta più ricca e concentrata. Infatti, le dimensioni del suo stomaco e le conseguenti capacità digestive fanno sì che l’animale digerisca in 4 ore. Il cane di grossa taglia impiegherà fino a 12 ore, a volte di più, tra l’ingestione del pasto e le feci. Tuttavia, qui non conta tanto la razza del tuo cane, ma la qualità delle proteine ​​contenute nella sua razione. Parteciperanno all’ingestione del suo cibo e gli risparmieranno l’inconveniente di una dieta inadeguata alla sua razza, alla sua età e alla sua attività. Fornire una dieta contenente almeno il 26% di proteine, così come alimenti di alta qualità sono essenziali per garantire la buona salute del tuo cagnolino. Se ti rivolgi alle crocchette, sceglile ricche di fibre per facilitarne il transito e quindi l’assorbimento di nutrienti, vitamine e proteine.

Infine, che il tuo cagnolino sia un chihuahua o un bovaro bernese, ricorda che l’attività quotidiana contribuisce alla buona digestione della sua razione e gli impedirà di diventare sovrappeso.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *