Certificato di impegno ad adottare un cane: spiegazioni

certificat engagement adopter chien 054828 650 400

Se prima del 30 novembre 2021 potevamo acquisire un cane o qualsiasi altro animale domestico, da questa data non è più lo stesso. In effetti, la legge del 30 novembre 2021 ridisegna il suo testo per l’acquisizione, l’autorizzazione o l’obbligo della loro detenzione al fine di rafforzare il legame che esiste tra animali e umani. Oltre all’obbligo di possedere un certificato di impegno e conoscenza per l’adozione di un animale domestico, la legge ha rafforzato le sanzioni contro il maltrattamento di questi esseri viventi dotati di sensibilità.

Definizione di animale domestico

Qualsiasi animale tenuto o destinato a essere tenuto per il piacere umano è considerato un animale domestico. Può essere un:

  • Animale selvaggio. Un animale è considerato tale quando appartiene ad una specie che non ha subito alcuna modifica da parte dell’uomo.
  • Animale addomesticato. È considerato mansueto, perché vivendo a contatto con l’uomo può diventare anche un animale domestico.
  • Animale domestico. L’elenco degli animali addomesticati è fissato dal decreto ministeriale 11 agosto 2006. Comprende tutte le specie che hanno subito modificazioni per selezione umana. Mucche, cavalli, pecore, ma anche cani e gatti fanno parte della lista degli animali domestici.

Il certificato di impegno, che cos’è?

Rilasciato da un titolare di ACACED, il ruolo del certificato è quello di specificare molte informazioni riguardanti la specie che si intende adottare, che si tratti di un cane, un gatto, un coniglio, un furetto o un cavallo. Ogni esigenza dell’animale è così dettagliata e l’acquirente è invitato a informarsi gratuitamente presso il venditore, il cedente o un veterinario di tutte le questioni che gli consentiranno di adottare un loulou in modo consapevole. Lo scopo del certificato è quello di ricordare le esigenze fisiologiche, comportamentali e mediche del cane. Gli obblighi dell’acquirente nei confronti del proprio cagnolino come l’obbligo di identificazione e le sanzioni e sanzioni previste in caso di abuso o abbandono. Il certificato di impegno e conoscenza fornisce le implicazioni del possesso di un animale come i costi finanziari che il proprietario deve aspettarsi:

  • Costo del cibo;
  • Spese veterinarie;
  • Spese di cura in caso di assenza.

A questo si aggiunge una parte che ti ricorda i tuoi doveri di cura quotidiana come le uscite quotidiane, il rispetto per i bisogni energetici del tuo cane, lo spazio necessario affinché possa fiorire, l’amore e le attenzioni che devi dargli.

Solo allevatori, veterinari e titolari dell’ACACED rilasciato dal DRAAF o di un diploma equivalente possono rilasciare il certificato di conoscenza. Questo deve esserti dato 7 giorni prima dell’acquisizione del tuo cane. Questo periodo di riflessione mira a limitare gli acquisti d’impulso che troppo spesso portano l’animale all’abbandono sia esso selvatico o in un rifugio, o al maltrattamento. È obbligatorio in caso di vendita o cessione gratuita di un cucciolo o di un cagnolino adulto. Spetta al venditore, all’associazione o al privato assicurarsi di aver letto, compreso e firmato il certificato di impegno e conoscenza prima di venderti l’animale.

Continua a leggere:  Esercita il tocco dell'albero con il tuo cane | Pet Yolo

Cosa contiene il certificato di impegno e conoscenza rilasciato per l’adozione o l’acquisizione di un cane?

Il certificato di impegno è composto da diverse sezioni volte a ricordarti le esigenze del tuo loulou e i tuoi obblighi di proprietario, nonché le sanzioni in caso di infrazione o maltrattamento.

Autorizzazione e domande

La prima parte evidenzia l’identità, l’indirizzo e il numero d’ordine del veterinario o del diploma o certificato, nonché la sua data di ottenimento o aggiornamento per la persona autorizzata a rilasciarti questo certificato di impegno e di conoscenza. È seguito da molte domande che dovrebbero permetterti di decidere se il tuo stile di vita e i tuoi mezzi finanziari ti permetteranno di prenderti cura del cane che desideri adottare. Ti chiede anche del desiderio familiare condiviso o meno di acquisire un animale domestico, ma anche della scelta della razza, della presenza di altri animali domestici che potrebbero nuocere al possesso di questo nuovo animale:

  • Personalità incompatibile;
  • Rischio di predazione da parte di cani, gatti o conigli;
  • Tempo necessario per prendersi cura di ogni…

Il certificato ricorda inoltre che alcune razze soffrono di malattie ereditarie o caratteristiche morfologiche eccessive che comportano notevoli costi veterinari per mantenere una qualità di vita per il cane. Si consiglia di informarsi presso il veterinario per assicurarsi che la razza scelta non soffra di queste infezioni o per anticipare il budget richiesto.

Benessere e cura: sfumature a volte fraintese

Il cagnolino che stai per acquisire è un essere sensibile, la soddisfazione dei suoi bisogni fisiologici è evidente e non è sufficiente per il benessere dell’animale. Per questo è necessario trattarlo bene, ma anche offrirgli un ambiente di vita specifico per le esigenze della sua razza e soddisfare le sue aspettative. Un Chihuaha non avrà le stesse esigenze di dispendio fisico di un Australian Shepherd che a sua volta avrà esigenze diverse da un Rottweiler. Oltre a queste differenze, anche l’ambiente e il temperamento del tuo cane svolgono un ruolo nel contribuire al suo benessere.

Per prenderti cura del tuo cagnolino, devi quindi rispettare queste 5 libertà fondamentali:

  • Assenza di fame, sete e nutrizione;
  • Assenza di paura e angoscia;
  • Mancanza di disagio;
  • Assenza di dolore, lesioni e malattie;
  • Libertà di esprimere il comportamento normale della sua specie.

Se è ovvio che il cane va nutrito e idratato ogni giorno in base alla sua taglia, età, razza e attività, l’educazione e il comportamento che abbiamo nei suoi confronti non devono generare paure o emozioni negative. Allo stesso modo, se il tuo cane deve stare fuori per lunghe ore, devi fornirgli un riparo per le giornate fredde o molto calde e assicurarti che abbia abbastanza da bere. Come proprietario, devi garantire un ambiente sicuro e garantire visite regolari al suo veterinario e cure se necessario. Infine, il cane deve poter condividere i rapporti con i suoi congeneri, praticare le attività fisiche che gli corrispondono.

Continua a leggere:  Adottare un cucciolo: 7 errori da non fare

I bisogni fisiologici del cane

Una terza parte spiega in modo più dettagliato ogni esigenza specifica del tuo cane. I bisogni fisiologici, comportamentali e sociali vengono così ricordati al futuro acquirente.

I bisogni fisiologici ricordano l’importanza di una dieta equilibrata in accordo con il suo status di carnivoro opportunista. Deve essere adattato al suo stadio di vita e al suo stato di salute. Ad esempio, l’assunzione di proteine ​​è molto diversa per un cucciolo, un cane adulto o un cane anziano. Oltre alla dieta del tuo cane, i bisogni fisiologici riguardano anche il sonno e il riposo dell’animale. Ricordiamo che un cagnolino può dormire fino a 10 ore al giorno a seconda della razza e dell’età, il cane dorme di notte e riposa più volte durante il giorno. Posizionare il suo posto letto in un posto tranquillo, o riparato se preferisce vivere all’aperto rimane essenziale.

Le esigenze comportamentali del tuo cane sono molte e includono:

  • La sua sistemazione. Fuori o dentro, lo spazio a disposizione deve adattarsi alle esigenze del tuo cagnolino. L’accesso all’esterno deve essere opportunamente recintato per evitare fughe e incidenti o furti. La gabbia è da evitare, perché può favorire l’aggressività del cane e amplificare i problemi comportamentali. In auto è preferibile avere un mezzo climatizzato per evitare colpi di calore o per viaggiare nelle ore più fresche d’estate.
  • Il tuo cane ha bisogno di attività fisica e mentale sia per la sua salute che per il suo sviluppo. Il certificato di impegno ti ricorda di portare fuori il tuo cane più volte al giorno, qualunque sia il tempo. Il tempo per passeggiate, giochi o esercizi dovrebbe essere adattato alla razza, all’età e al temperamento del tuo amico a quattro zampe. Richiama anche il comportamento naturale del cane: annusare, segnare il territorio, esplorare e osservare il suo ambiente rimangono elementi essenziali per il suo equilibrio mentale. Per un cane che sta bene nelle sue zampe, adattiamo le attività fisiche e variamo i giocattoli e i giochi per far funzionare la sua intelligenza.
  • Animale gregario, ha bisogno del contatto con i suoi congeneri. La socializzazione progressiva è raccomandata se necessario. Quando la socializzazione si rivela difficile, il certificato ti ricorda che il tuo veterinario o addestratore di cani ti consiglierà su come socializzare il tuo cagnolino.
  • Per avere un cane equilibrato, come sottolinea il certificato, è preferibile non acquisire un cucciolo di meno di 8 settimane. Infatti, 12 settimane, o 4 mesi, permettono al tuo futuro amico a quattro zampe di socializzare perfettamente con i suoi simili.
  • Il rapporto che costruirai con il tuo cane si baserà anche e soprattutto sulla familiarizzazione con l’uomo e su numerose interazioni compresa la sua educazione. Il certificato di impegno e conoscenza mette i punti sulla “i” ricordando che un’educazione positiva è preferibile per costruire un rapporto di fiducia con l’animale. In caso di problemi educativi o se il tuo loulou sembra non adattarsi all’ambiente, fatti consigliare da un professionista. Un problema di salute può spiegare alcuni “errori” del tuo cagnolino. Ad ogni modo, se ti senti sopraffatto dalle reazioni del tuo cucciolo o cane, fissa un appuntamento con un veterinario comportamentale per escludere un problema medico.

L’obbligo di cure mediche

Quando adottiamo un animale purtroppo non ci sono solo lati positivi. A volte subentra la malattia. Per prendersi cura del proprio cagnolino, visite periodiche stabiliranno il suo controllo sanitario e gli permetteranno di essere protetto preventivamente da zecche, pulci, vermi e di essere vaccinato. Alcuni dei nostri amici a quattro zampe richiedono una cura regolare del pelo, delle orecchie o della spuntatura degli artigli. Puoi praticare questi trattamenti da solo o avvalerti delle competenze di un toelettatore professionista. Spetta a noi, proprietari, osservare quotidianamente le condizioni generali e il comportamento del nostro cane per rilevare depressione, perdita di appetito o impurità insolita e portarlo a un consulto se necessario. La sterilizzazione è obbligatoria per i cani di prima categoria. Per le altre razze, evita la cucciolata indesiderata della tua femmina o le lotte tra congeneri per i maschi. Infine, il certificato di impegno evidenzia che la vecchiaia e la fine della vita dell’animale possono modificare il tuo stile di vita o generare costi significativi.

Il certificato di impegno: un promemoria dei regolamenti e dei costi coinvolti nel possedere un cane

Identificazione obbligatoria

Oltre a richiamare i bisogni fondamentali del cagnolino, il certificato di impegno e conoscenza evidenzia l’obbligo di identificazione dell’animale o I-CAD e le sanzioni a carico del cedente o del proprietario che contravvenissero a tale norma. In caso di cambio di indirizzo, smarrimento, cambio di proprietario, fuga, furto o morte dell’animale, è necessario avvisare l’I-CAD.

Continua a leggere:  Informazioni e caratteristiche della razza del cane Cavachon | Pet Yolo

Abuso e abbandono degli animali

Il certificato di impegno riassume in questa sezione le sanzioni previste in caso di maltrattamento del proprio cane. Tagliare o farsi tagliare le orecchie al cane, abbandonarlo sulla pubblica via o nei boschi, non rispettando le sue 5 libertà fondamentali può portare a 3 anni di reclusione e una multa di 45.000 euro per un atto di crudeltà. Se gli atti sono il fatto del titolare, si tratta di 4 anni di reclusione e 60.000 euro di multa.

Segue questa sezione un richiamo riguardante i cani di prima e seconda categoria e richiama l’obbligo del permesso di detenzione, della vaccinazione antirabbica dell’animale, del certificato di attitudine e dell’assicurazione di responsabilità civile per eventuali danni causati dall’animale. Per i cani di categoria 1, maschi e femmine devono essere sterilizzati e non possono essere acquistati o venduti.

Il certificato di impegno e conoscenza spiega anche come adottare o acquistare un cane:

  • Verificare che l’associazione o l’allevatore sia ben dichiarato;
  • Visita il rifugio o l’agriturismo e assicurati delle condizioni di alloggio del tuo futuro amico a quattro zampe;
  • Assicurati di ottenere tutti i documenti di trasferimento del cane o del cucciolo: certificato di trasferimento, certificato veterinario, documento informativo se necessario, sezione ICAD che è tua.

Troverai nell’ultima sezione di questo documento obbligatorio per acquisire il tuo cagnolino, le implicazioni finanziarie e logistiche della sua adozione. Al termine della tua lettura, se sei ancora pronto a portare amore e cure al compagno canino che presto entrerà a far parte del tuo nucleo familiare, non devi fare altro che copiare per intero l’avviso obbligatorio e firmare il contratto di fidanzamento e conoscere il tuo nome.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *