Fabbisogno proteico nella dieta di un cane

besoin proteine chien 071406 650 400

L’organismo del cane deve disporre di nutrienti e macronutrienti essenziali tra cui troviamo le proteine ​​che entrano nella composizione del sangue, dei muscoli o anche del pelo dell’animale. Sono essenziali per la crescita del cucciolo e le loro funzioni sono molteplici a qualsiasi età. La dieta deve quindi fornire al cane il minimo vitale in proteine. Facciamo un check-in.

Qual è l’utilità delle proteine ​​per la salute del cane?

Si può dire con certezza che le proteine ​​sono assolutamente vitali per il cane poiché i loro ruoli sono molteplici. Intervengono, tra l’altro, a livello di:

  • Un po’ di sangue,
  • muscoli,
  • Appendici, cioè peli e artigli,
  • Pelle,
  • del sistema immunitario,
  • enzimi,
  • Ormoni,
  • Energia…

Costituite da catene di aminoacidi, le proteine ​​sono macronutrienti essenziali.

Proteine: quali sono gli apporti da rispettare nei cani?

I cani hanno bisogno ogni giorno di molte più proteine ​​rispetto agli esseri umani. Se gli apporti minimi raccomandati sono 56 grammi/giorno per un essere umano di 70 kg, (ovvero 0,8 g/kg di massa corporea), nel cane il fabbisogno giornaliero è compreso tra 2 e 6 g/kg, ovvero tra 20 e 60 g di proteine ​​per un Cane di 10 kg o tra 80 e 240 g di proteine ​​per un cane di 40 kg. Per fornire questa quantità all’animale è ovviamente necessario interessarsi alla costituzione di ciascun alimento. Alcuni ne contengono l’8%, altri il 10 o il 15%, ad esempio.

I nutrizionisti animali si sono occupati della questione e ora dicono che è utile rispettare un valore minimo, l’RPC necessario, affinché l’animale non soffra di una carenza proteica ma anche non riceva cibo troppo ricco che favorisce l’obesità e molti altri malattie. Questo necessario rapporto proteine-calorie tiene conto del peso del cane ma di molti altri fattori.

Per determinare il fabbisogno proteico minimo è infatti necessario considerare ciascun cane caso per caso. Ad esempio, c’è differenza tra il cucciolo, il cane adulto, il cane anziano e la cagna incinta o in allattamento, o anche un cane o una cagna che ha subito la sterilizzazione, ciascuno con le proprie esigenze nutrizionali. È quindi dal veterinario che il padrone può ricevere i consigli più informati poiché l’operatore sanitario conosce il cane in questione, soprattutto perché lo stato di salute dell’animale influisce anche sui suoi bisogni nutrizionali.

Va ricordato che anche lo stile di vita è un indicatore importante per determinare i bisogni dell’animale in termini di nutrizione poiché possono essere più o meno aumentati. Sono più importanti in un cane sportivo o da pastore che in un cane molto sedentario.

Se al tuo animale non vengono somministrati alimenti con proteine ​​sufficienti o le cui proteine ​​sono state denaturate, rischia una carenza le cui conseguenze sulla sua salute possono essere estremamente gravi. Inoltre, è molto importante che l’assunzione di proteine ​​sia quotidiana.

Quali alimenti sono ricchi di proteine?

Gli alimenti di origine animale ma anche di origine vegetale forniscono le proteine ​​di cui l’organismo ha assolutamente bisogno. Il cane trova quindi le proteine ​​animali in:

  • Carne,
  • Uova,
  • Pescare,
  • Le frattaglie.

Per quanto riguarda le proteine ​​di origine vegetale, queste possono essere fornite da:

  • legumi,
  • I cereali.

Va però sottolineato che queste ultime sono un po’ meno assimilate dal cane rispetto alle proteine ​​di origine animale.

Per quanto riguarda i cani alimentati esclusivamente con alimenti secchi come le crocchette, devono beneficiare di prodotti di ottima qualità nutrizionale. Questo è ciò che viene generalmente definito cibo per cani industriale di alta qualità, composto da alimenti ricchi di proteine ​​animali. Si consiglia di evitare il cibo industriale per cani se è di scarsa qualità, perché è composto da ingredienti di basso valore nutritivo e contiene più ossa e cartilagine rispetto alla carne di buona qualità. Questi alimenti di fascia bassa sono sicuramente meno costosi degli altri, ma non soddisfano tutte le esigenze dell’organismo del cane.

Va inoltre sottolineato che il metodo di cottura può denaturare le proteine ​​e degradarne la digeribilità o, al contrario, preservarle. Ancora una volta, i prodotti alimentari di scarsa qualità sono spesso preparati con ingredienti troppo cotti. Ma il problema della cottura eccessiva si presenta anche quando prepari tu stesso i pasti del tuo cane. Sappiamo ormai che è fondamentale privilegiare cotture delicate dei cibi come la cottura a vapore o la cottura al cartoccio, due ottimi modi per preservare la qualità nutrizionale del cibo destinato al vostro piccolo compagno.

Author

Continua a leggere:  Stanza dei cuccioli - c'è molto da fare! | Pet Yolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *