Aiuta contro l’infestazione da vermi nei gatti Pet Yolo

wurmbefall bei katzen

infestazione da vermi nei gatti

Per molti proprietari di gatti, l’argomento si presenta prima o poi, perché l’infestazione da vermi nei gatti può avvenire rapidamente. Come riconoscere l’infestazione, cosa si può fare al riguardo e informazioni generali su questo argomento sono disponibili qui.

Infestazione da vermi nei gatti – non rara

I vermi sono parassiti e si nutrono di un ospite (il gatto) privandolo di sostanze nutritive. Poiché i worm sono ovunque e non localizzati, l’infezione avviene rapidamente e spesso passa inosservata (immediatamente). Soprattutto nei gatti che amano la libertà, si arriva rapidamente a un’infestazione da vermi, che di solito avviene per via orale: le prede dei gatti come uccelli e topi portano i vermi (in diversi stadi di sviluppo). Se il gatto mangia la preda, si infetta.

Ma anche i gatti domestici che non uccidono la preda non sono al sicuro dai vermi. Si entra in contatto con loro in vari modi: alcuni vengono portati in casa aggrappati alle suole delle scarpe o attraverso la pelle o gli indumenti del proprietario che ha avuto contatti con un animale infetto. Inoltre, ci si può anche aspettare un’infestazione da vermi nei gatti se avevano le pulci. Anche questi piccoli animali possono fungere da ospiti intermedi per i vermi. Se il gatto ingoia una pulce mentre si pulisce, anche questa è stata infettata. Anche quando si alimenta carne cruda, c’è sempre un certo rischio residuo.

Continua a leggere:  Ritratto di razza Chihuahua nella rivista canina | Pet Yolo

È particolarmente critico che anche i giovani gattini possano essere infettati dai vermi attraverso il latte materno. Più i gatti sono giovani, più è difficile che vengano infettati dai vermi, poiché hanno un sistema immunitario più debole e meno riserve rispetto ai gatti adulti. Ecco perché i trattamenti contro i vermi vengono già eseguiti su gattini di sole tre settimane.

trasmissione all’uomo

Un altro punto di pericolo da non sottovalutare è la possibile trasmissione del verme all’uomo. Questa infezione può avere gravi conseguenze e, a seconda del tipo di verme, può portare anche alla morte, soprattutto nei bambini, negli anziani o in chi ha un sistema immunitario scarso che si insedia anche in organi importanti come il fegato, i reni o il cervello.

Sintomi nei gatti affetti

Come già accennato, i vermi sono parassiti che si nutrono dell’organismo dell’ospite e lo danneggiano in molteplici modi. Privano il gatto dei nutrienti di cui ha urgente bisogno per sopravvivere. Distruggono anche i tessuti, provocando lesioni interne e sanguinamento. Infine, producono prodotti metabolici tossici per i gatti.

A seconda della salute del gatto e della gravità dell’infestazione, un’infezione da verme può verificarsi senza sintomi. Tuttavia, quando i vermi si moltiplicano molto rapidamente, infastidiscono visibilmente il gatto. I sintomi più comuni includono una fame sfrenata, emaciazione e un mantello opaco e poco brillante. Spesso si verificano anche problemi digestivi come vomito e diarrea, così come una ridotta vitalità. Soprattutto nei giovani gattini si aggiunge la tipica “pancia da verme” gonfia. Anche il prurito intorno all’ano e il conseguente “slittino” in cui il gatto si siede sul pavimento e scivola sono sospetti. Dovresti anche reagire immediatamente se ci sono escrementi di colore chiaro, simili a chicchi di riso nelle feci o sul pelo del gatto.

Reagisci rapidamente: Deworm!

Se osservi tali sintomi nel tuo gatto, dovresti portarlo dal veterinario il prima possibile. Nella maggior parte dei casi, l’aiuto può quindi essere fornito in modo rapido ed efficace. In generale, il veterinario prescrive quindi un vermifugo, che viene somministrato una volta o regolarmente per un periodo di tempo più lungo, a seconda del tipo di parassita e della forma di dosaggio del farmaco. Per inciso, la quantità da dosare dipende dal peso del gatto.

Come regola generale, i gatti all’aperto dovrebbero essere sverminati ogni tre mesi e i gatti al chiuso ogni sei mesi se non ci sono incidenti. Non si tratta però di punti fermi: la frequenza della sverminazione dovrebbe sempre dipendere da fattori individuali. Il gatto mangia spesso i topi, ci sono bambini in casa, il gatto ha generalmente un sistema immunitario debole? I bambini piccoli o gli anziani vivono a stretto contatto con il gatto?

Continua a leggere:  Nomi di gatti umani: 220 nomi simili a quelli umani per il tuo gatto

Alcuni proprietari di gatti giurano anche di trattare regolarmente il loro gatto con un vermifugo ad ampio spettro. Tuttavia, altri proprietari di gatti non ne sono convinti, poiché ritengono che queste sostanze appesantiscano solo inutilmente l’organismo del gatto, anche se non c’è un’infestazione acuta.

In ogni caso è consigliabile un colloquio informativo con il veterinario, durante il quale si stabiliscono gli intervalli per la sverminazione o per l’esame delle feci.

Leggi tutto sulla sverminazione dei gatti qui.

Aiuta sempre: l’igiene quando si ha a che fare con il gatto

A proposito, un buon modo per ridurre fin dall’inizio il rischio di infestazione da vermi e il contagio dell’uomo è prestare maggiore attenzione all’igiene in tutto ciò che ha a che fare con il gatto. Ciò include lavarsi le mani regolarmente, soprattutto prima di mangiare o cucinare. Inoltre, la lettiera per gatti sporca non deve essere gettata nel compost o nel gabinetto e tutti gli accessori per gatti devono essere puliti e disinfettati regolarmente. Questo include anche ceste per gatti, coperte e tappeti. Particolarmente importante: un gatto con i vermi non dovrebbe mai dormire nel letto. E infine per proteggere i bambini: se hai una sabbiera in giardino, dovresti assolutamente coprirla quando non la usi. Quindi non può essere usato impropriamente come lettiera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *