10 buoni motivi per portare il tuo cane dal veterinario

chien veterinaire 085119 650 400

Un proprietario è responsabile della salute del suo cane. Deve quindi fare tutto il possibile affinché il suo fedele compagno possa essere monitorato da un veterinario per tutta la sua vita. Alcuni allevatori sono ancora molto negligenti in questo ambito, purtroppo altri si consultano poco o per nulla per questioni finanziarie. Tuttavia, garantire l’accesso alle cure al tuo piccolo è assolutamente essenziale per il suo benessere. Ecco 10 buoni motivi per portare il tuo cane dallo specialista della salute animale.

1 – Ricevi consigli sulla dieta ideale del cane

La qualità del cibo e l’equilibrio nutrizionale sono fondamentali affinché un cane sia dinamico, sano e non diventi obeso. Ma non è sempre facile quando qualcuno adotta un cane per la prima volta sapere esattamente come nutrire il proprio animale domestico. Piuttosto che commettere errori che potrebbero rivelarsi gravemente dannosi in seguito, non dovresti esitare a portare il tuo cane dal veterinario. Dopo una visita di controllo, il medico potrà stabilire una scheda di consigli dietetici in base all’età dell’animale, al suo sesso, alla sua razza, al suo stile di vita, al suo stato di salute, ecc.

2 – Fai vaccinare il tuo cane

Fin dalla tenera età il cucciolo deve essere visto dal veterinario. A partire dai 2 mesi può ricevere la prima vaccinazione e contemporaneamente il medico stabilisce un calendario vaccinale personalizzato che l’insegnante dovrà solo seguire nel tempo affinché tutti i richiami vaccinali vengano effettuati in tempo.

3 – Fai sterilizzare il tuo cane

Ampiamente raccomandata dai veterinari, la sterilizzazione di un cane o di una cagna è necessaria per proteggere l’animale da molte malattie gravi come alcuni tumori. Sapendo che non è assolutamente essenziale che questi animali abbiano dei piccoli per essere equilibrati, molti proprietari dovrebbero optare per la sterilizzazione il prima possibile, a meno che non vogliano assolutamente allevare la prole del loro piccolo protetto.

4 – Fai identificare il tuo cane

In Francia, l’identificazione di un cane è un obbligo legale. Quindi questo è un altro buon motivo per portarlo dal veterinario. Prima si tatuavano gli animali, oggi generalmente si mette un transponder, cioè un chip elettronico. L’atto è innocuo e rapido. Una volta dotato del chip, il cane viene censito nel file I-CAD (Archivio Nazionale dei Carnivori Domestici). Una carta d’identità viene quindi inviata al proprietario.

Se il cane si perde, il suo proprietario potrà essere avvisato tempestivamente dalla struttura che lo ha ritrovato. Dovrai quindi ricordarti sempre di informare l’Anagrafe nazionale in caso di cambio dei dati di contatto affinché la carta d’identità del tuo piccolo sia aggiornata. Per risparmiare tempo è possibile collegarsi al sito Filalapat. Tieni presente, tuttavia, che il chip elettronico non ti consente di geolocalizzare il tuo animale domestico. Far identificare il proprio cane è fondamentale anche per assicurarlo perché le compagnie assicurative lo richiedono.

5 – Proteggi il tuo cane dai parassiti

Le visite devono essere programmate in modo che il cane venga sverminato regolarmente o possa beneficiare di prodotti antiparassitari per non essere infettato da pulci, zecche e altri agenti indesiderabili che trasmettono malattie gravi. Il veterinario sa esattamente quali prodotti sono efficaci e perfettamente adatti al suo piccolo paziente.

Continua a leggere:  Informazioni e caratteristiche sulla razza del cane Doxiepoo | Pet Yolo

È molto importante portare il cane dal veterinario almeno due volte l’anno se vive in una famiglia con bambini piccoli perché sono molto esposti al rischio di essere infestati dai comuni parassiti del cane.

6 – Fate effettuare un controllo sanitario dal veterinario

I cuccioli e i cani anziani sono i più vulnerabili in termini di salute. Ma anche le altre categorie di età devono essere visitate regolarmente da un veterinario. Raccomandiamo quindi a tutti i proprietari di sottoporsi ad un controllo di routine una o due volte l’anno a seconda dell’età dell’animale. Questo assicura che tutto vada bene. E questo tipo di monitoraggio è essenziale affinché venga effettuata una diagnosi precoce in caso di problema. Dovresti sapere che prima viene rilevata una malattia, maggiori sono le possibilità di guarigione.

7 – Identificare la causa di un cambiamento nel comportamento

Non è normale che un cane cambi improvvisamente il suo comportamento. Questo nasconde necessariamente qualcosa e quindi giustifica una consultazione. Rifiuto di mangiare, agitazione, aggressività, impurità… bisogna capirne il motivo per trovare una soluzione. A volte il professionista deve indirizzare il cane a un veterinario comportamentale in modo che tutto torni alla normalità.

8 – Monitorare il regolare andamento della gravidanza nella cagna

Il veterinario deve monitorare attentamente una cagnolina in attesa di bambini. Sono necessari esami come l’ecografia durante la terza settimana o anche gli esami del sangue. Durante questi due mesi di gestazione, il veterinario monitora la salute della madre e la buona vitalità dei feti. Dà anche consigli al proprietario sui cambiamenti da apportare alla dieta della cagna in questo periodo ma anche per il futuro, una volta nati i cuccioli.

Continua a leggere:  Vacanze con il cane - vacanze estive senza stress | Pet Yolo

9 – Trattare il cane al minimo sintomo

Qualsiasi segno clinico deve essere preso sul serio, anche se sembra banale: prurito, occhi rossi e lacrimosi, diarrea, stitichezza, vomito, tosse, naso che cola, difficoltà respiratorie, zoppia, infiammazione delle gengive, stato di prostrazione… Facciamo non aspettare per consultarti quando vedi che il tuo cane sta soffrendo.

10 – Chiedi aiuto per scegliere la migliore polizza assicurativa sanitaria per cani

Chi meglio del veterinario conosce lo stato di salute di un cane? Tuttavia, nella scelta tra le formule proposte dalle mutue specializzate, è fondamentale che il proprietario opti per quella che meglio risponderà alle esigenze del suo fedele compagno. Se ha una salute fragile, è meglio che benefici di una copertura ottimale in modo che il suo proprietario possa essere ben rimborsato perché le procedure veterinarie sono costose. Può quindi essere utile essere avvisati in anticipo.

Bisogna fare molti atti di prevenzione, perché sappiamo che prevenire è meglio che curare. Scegliendo un’assicurazione sanitaria presso una mutua, il proprietario può prendersi cura del proprio cane a costi inferiori. Queste compagnie assicurative, infatti, rimborsano, parzialmente o totalmente, le spese sostenute in caso di incidente, malattia, ricovero ospedaliero, intervento chirurgico e anche per numerose misure preventive.

Non esitate a studiare le diverse formule offerte grazie al nostro comparatore di assicurazioni sanitarie per animali domestici. I proprietari che hanno avuto la buona idea di assicurare il proprio animale domestico non esitano a portarlo dal veterinario non appena si ammala ma anche per un semplice controllo sanitario, e questa è un’ottima cosa.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *